Gianni Agnelli

Vent’anni fa Gianni Agnelli lasciava un vuoto nel mondo del calcio e non solo. La Juventus lo ricorda in modo particolare sul proprio sito ufficiale.

Sono già passati 20 anni dall’addio a Gianni Agnelli. Lo storico volto della Juventus ha lasciato un vuoto incredibile nel mondo del pallone e non solo. In queste ore sono tanti i commenti e i messaggi d’affetto che arrivano dal settore del calcio, specie quello di fede bianconera. Noi, vogliamo ricordare l’Avvocato con alcune delle sue frasi più celebri.

GIANLUCA FERRERO: TUTTO SUL NUOVO PRESIDENTE DELLA JUVENTUS

Gianni Agnelli: le frasi migliori

Sul sito bianconero sono presenti alcune delle frasi di Gianni Angelli che noi vi riportiamo di seguito:

«Quando diventai Presidente della Juventus scrissero: una società di 50 anni ha ora un presidente di 25».

«L’ho detto pure ai giocatori: per noi la maglia conta più dei nomi».

«La passione non cambia e non invecchia. Questo è sicuro».

«Di Stile Juve, parlano gli altri, non noi».

«É chiaro che a Villar Perosa sono più popolare dei giocatori. Se non lo sono a casa mia…».

«Ho dato a Del Piero il soprannome Pinturicchio: per l’estetica, per il modo di giocare. I suoi gol sono sempre eccellenti».

«Mi emoziono perfino quando leggo in qualche titolo di giornale la lettere J. Penso subito alla Juventus».

Di seguito anche il post su Twitter della Juventus col comunicato in ricordo dell’Avvocato:

“Sono passati 20 anni e sembra ieri.Il 24 gennaio 2003 ci lasciava Gianni Agnelli, e la sua storia immediatamente diventava leggenda. La leggenda di uno dei più grandi imprenditori che l’Italia abbia mai conosciuto, l’epopea di una delle personalità più poliedriche, affascinanti e rappresentative di un’intera nazione. Per noi, però, l’Avvocato era – e sarà per sempre – qualche cosa di più, nei fatti e nei modi.Gianni Agnelli è stato un grande Presidente, una guida, un faro, un esempio di stile, un’idea di amore sempre rinnovato per la sua Juve. Agnelli amava le sorprese: al telefono, con giocatori e allenatori, al campo, quando si presentava quasi sempre senza preavviso. E anche le sue frasi, i suoi commenti, sempre intelligenti, arguti e freschi erano sempre qualcosa di nuovo, su cui sorridere, e molto spesso riflettere. Sono passati 20 anni, ma l’Avvocato ci manca ogni giorno”. Questo il ricordo della Juventus.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: