Takaaki Nakagami - Fonte Instagram @takanakagami

La gara MotoGP ad Aragon, oltre ad aver assegnato il titolo costruttori per il terzo anno di fila alla Ducati, ha riaperto il mondiale piloti. Bagnaia, 2° al traguardo, ha infatti recuperato 20 punti in classifica allo sfortunato Fabio Quartararo che, insieme a Marquez e Nakagami, è stato coinvolto nell’incidente al primo giro. El Diablo se l’è cavata con delle abrasioni al petto e all’addome mentre chi ha avuto la peggio è Takaaki Nakagami. Il rider del team LCR, vittima incolpevole del caos della 1ª tornata, è stato colpito dall’8 volte campione del mondo spagnolo, finendo in mezzo alla pista e rischiando davvero grosso.

MotoGP, capolavoro Bastianini ad Aragon. Bagnaia arriva 2° e riapre il mondiale

Nakagami: le condizioni del giapponese

Il pilota giapponese, nonostante possa dire di aver evitato il peggio, ha comunque subito delle conseguenze. Al termine della gara lo stesso Taka aveva provato a rassicurare i propri tifosi: “Ora andrò a Barcellona per controllare la ferita al quarto e quinto dito della mano destra e poi vi farò sapere. Comunque sto abbastanza bene e spero di poter correre a casa. Farò del mio meglio per recuperare e spero di poter gareggiare”.

Ma se le prime sensazioni erano positive, forse anche per l’adrenalina della gara, il bollettino medico ha dato un verdetto differente. A dare la notizia ci ha pensato il team di Lucio Cecchinello che su Twitter ha comunicato: “Questa mattina Takaaki Nakagami, dopo il consulto medico di ieri sera con il dr. Mir, si è sottoposto ad un intervento chirurgico al 4° e 5° dito della mano destra. Fortunatamente non sono stati neccessari degli innesti di pelle e crediamo che la lesione al tendine non dovrebbe impedirgli di correre nel gp di casa”.

Per il pilota LCR si tratta ora di una corsa contro il tempo. Nakagami, confermato anche per il prossimo anno, non vuole assolutamente mancare l’appuntamento con il GP del Giappone sul circuito di Motegi.

Marquez spiega la dinamica dell’incidente

Accusato sui social di poca sportività, Marquez ha voluto spiegare la dinamica dell’incidente, peraltro molto chiara anche dalle immagini tv.

“Ho visto il filmato con Nakagami e davvero sembra che nel bel mezzo del rettilineo io gli stia andando contro – ha dichiarato Marquez ai microfoni di Sky Sport -. Sembra che stia andando a sinistra per cercare il contatto, ma io sono un pilota di MotoGP, so che è un primo giro. Si vede dalle immagini che quando inserisco l’holeshot, c’è un pezzo di carena di Fabio (Quartararo ndr) nella mia ruota. È questo il motivo per cui ho sbandato e, non solo Nakagami, ma anche Marini e mio fratello per poco non mi prendono”.

E ancora: “Sfortunatamente quando ho inserito il sistema per la posteriore, quasi mi si bloccava la ruota e per poco non finivo a terra. Sicuramente il primo contatto è stato un errore ma non potevo farci nulla. L’episodio con Fabio l’avete visto tutti ma io ci tenevo a spiegare anche il contatto con Taka, la moto quasi si fermava e non voleva andare più avanti”.

2 pensiero su “MotoGP, Nakagami operato dopo incidente con Marquez: le condizioni”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: