Pogba

Da Las Vegas a Los Angeles. La Juventus è ripartita venerdì notte dal Nevada per raggiungere la California, dove si allenerà prima della prossima sfida con il Barcellona nella tournée americana in programma nella notte tra il 26 e il 27 luglio a Dallas. I bianconeri hanno lavorato alla Loyola Marymouth University, dove, nel corso dell’allenamento, c’è stato qualche timore per le condizioni di Paul Pogba.

Pogba, le condizioni

Il centrocampista francesce ha dovuto interrompere prima del dovuto il suo allenamento ed è uscito dal campo zoppicante. Per Pogba un piccolo allarme dato che ha interrotto la corsa chiedendo l’intervento dei medici ed è uscito aggrappato a due uomini dello staff.

Per il momento si tratta solo di uno stop che non desta particolare preoccupazione. Probabile che il francese debba restare uno o due giorni a riposo, ma al momento non sono previsti esami strumentali. Insomma, in questo momento meglio fermarsi e non correre rischi anche dato che tra meno di un mese inizia il campionato. Seguiranno aggiornamenti.

Barcellona-Juventus streaming e diretta, dove vederla

Il comunicato della Juventus: c’è una lesione

Nelle ore successive al problema fisico, la Juventus ha reso note le reali condizioni del francese con un comunicato: “A seguito del dolore riferito al ginocchio destro, Paul Pogba e’ stato sottoposto ad approfondimenti radiologici che hanno evidenziato una lesione del menisco laterale. Nelle prossime ore sarà sottoposto ad una consulenza ortopedica specialistica”.

Aggiornamento 5 settembre: le ultime novità sull’infortunio del ‘Polpo’

Arrivano brutte notizie dall’infermeria della Juventus. La terapia conservativa a cui si era sottoposto Paul Pogba non ha dato i frutti sperati. Il calciatore, tornato a correre sui campi della Continassa nelle ultime ore, ha dovuto guardare in faccia la realtà: il ginocchio fa ancora male. Il centrocampista francese dovrà quindi sottoporsi ad un’operazione di meniscectomia che consiste nell’asportazione della parte di menisco rotto. Questo intervento è quello ‘meno invasivo’ e con tempi di recupero più rapidi (dalle 6 alle otto settimane).

Il Polpo si era procurato una lesione al menisco laterale durante la tournèe di fine luglio negli Stati Uniti e aveva inizialmente deciso di non operarsi per non vanificare le chance di partecipare al prossimo Mondiale. Ora è arrivato il dietrofront che lo costringerà ad andare sotto i ferri e sperare in un recupero rapido ma allo stesso tempo definitivo.

5 pensiero su “Pogba si opera: i tempi di recupero”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: