Lewandowski - Barcellona

Dopo il forfait della Roma per il Trofeo Gamper il Barcellona si è dovuto ‘accontentare’ di sfidare la selezione messicana del Pumas, squadra che proprio la scorsa stagione è arrivata seconda in CONCAF Champions Cup, e che ha accolto Dani Alves tra le sue fila. I blaugrana, guidati da neoacquisto Robert Lewandowski, hanno vissuto una serata di festa vincendo una partita, mai veramente in discussione, con un netto 6 a 0. Tra i marcatori dell’incontro proprio il bomber polacco che, a fine partita, ha sollevato anche il troveo come MVP, grazie alle sue giocate spettacolari e ai due assist per i compagni.

Lewandowski al Barcellona: commissioni monstre anche per l’agente

Barcellona show: il Camp Nou ‘conosce’ Lewandowski

Non poteva esserci serata migliore per il bomber polacco. Lewandowski si è presentato ai tifosi del Barcellona mettendo in campo il meglio del suo repertorio. Al terzo minuto di gioco l’ex Bayern ha fatto letteralmente esplodere il Camp Nou con una giocata magica. Dopo aver saltato di netto il portiere, infatti, Lewy (questo è il nomignolo che gli hanno dato in Catalunya), ha beffato i difensori con un tiro quasi impossibile dalla linea di porta, battezzando la sua prima partita ufficiale con una rete. Ma non è finita qui perché, qualche minuto dopo, proprio il numero 9 blaugrana ha servito un assist al bacio al compagno di reparto Pedri che ha raccolto l’invito insaccando il pallone. Lewandowski si è poi ripetuto al 19′, servendo ancora una volta il giovane spagnolo questa volta con un tacco no look che ha fatto alzare i decibel dei Culers presenti allo stadio.

Al termine della partita il bomber ha sollevato due trofei, il Gamper e quello come Man of the Match, candidando il Barcellona ad un ruolo da protagonista in Spagna ma anche in Europa.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: