Buffon

Gianluigi Buffon è intervenuto in un’intervista a Tuttosport dal ritiro a Pinzolo del suo Parma dove, per tanti anni, ha vissuto la preseason con la maglia bianconera della Juventus. L’ex portierone della Nazionale, tra le altre cose, ha parlato proprio della sua ennesima avventura da calciatore che lo vedrà protagonista in Serie B all’età di 44 anni, ma non solo. L’ex capitano bianconero ha parlato anche della Juventus e, in particolare, delle situazioni di mercato che in questi giorni hanno infiammato i tifosi: dall’addio di de Ligt all’arrivo di Bremer ma soprattutto l’acquisto di Angel Di Maria e il grande ritorno di Paul Pogba. Gigi ha raccontato anche un retroscena sull’addio di Dybala, svelando il contenuto di un messaggio personale inviato a La Joya.

Le parole di Buffon

“Per me è la prima volta che torno per un ritiro estiva qua. Sinceramente è un’esperienza completamente nuova e diversa rispetto ai tempi della Juve – ha raccontato Buffon -. Con i bianconeri non potevi neanche uscire dall’hotel perché all’esterno c’erano decine di migliaia di tifosi, ora almeno posso godermi questo bellissimo posto che sto ‘conoscendo’ solo ora”.

“Quali sono le mie motivazioni? All’età non penso, vivo tutto quello che mi sta capitando da uomo e da sportivo libero, con la massima serenità. Preferisco e anzi, mi fa piacere quando si rimarcano le cose che faccio in campo, che siano buone o cattive. Mi piace ancora competere, l’adrenalina si accende in maniera automatica. E quando non sento la partita, in un modo o nell’altro riesco a crearmi delle situazioni per entrarci”.

Pogba, infortunio in allenamento: lesione al menisco per il francese

Calciomercato e obiettivi della Juventus

“La Juve saprà rilanciarsi ad alti livelli – ha commentato l’ex portiere bianconero – Nessuno meglio di Allegri sa interpretare ciò che la gente si aspetta dalla squadra e nessuno meglio di lui sa comunicare ai tifosi, alla società e ai media. Sicuramente le sue dichiarazioni sono state fatte per aumentare la tensione e la concentrazione nel gruppo perché la Juve ha il dovere di tornare ad essere protagonista fin dalla prima partita”.

“Mercato? Mi è dispiaciuto veder andar via de Ligt. Matthijs aveva tutte le carte in regola per diventare una bandiera del club. Comunque la società si è mossa bene – ha aggiunto Buffon -. Bremer è reduce da un campionato incredibile, poi potrebbe soffrire un po’ il salto di qualità alla Juve, ma le sue potenzialità sono fuori discussione”.

Per quanto riguarda l’addio di Paulo Dybala l’ex numero 1 ha invece detto: “Il suo addio non mi ha fatto un effetto particolare. Lui aveva il diritto di scegliere dopo l’addio a parametro zero. Ammetto che quando ho visto che sarebbe potuto andare all’Inter, alla Roma o al Napoli ho sperato che scegliesse una delle ultime due. Lo speravo per la sua carriera. Paulo aveva bisogno di uno choc emotivo ed ero convinto che soltanto Roma e Napoli glielo avrebbero potuto dare. Glielo ho scritto anche con un messaggio e sono contento di vederlo alla Roma”.

“Ho sentito anche Angel (Di Maria), ma solo quando ormai era ad un passo dalla firma. Gli ho scritto per esprimergli la mia felicità e per dirgli che aveva fatto la scelta giusta perché la Juventus, intesa come società e ambiente, non tradirà le sue attese”.

E ancora: “Angel è uno di quei giocatori che hanno avuto la “sfortuna” di far parte di squadre fortissime, composte da tanti campioni. E lui, essendo meno mediatico rispetto ad altri, ne è uscito penalizzato. Ma è un campionissimo – ha continuato Buffon – capace di abbinare qualità, fisicità, mentalità, professionalità, capacità di stare nel gruppo e di sacrificarsi per la squadra, in Serie A è il migliore”.

Pogba? Mi dispiace per l’infortunio di Paul anche se sono convinto che abbia fatto una scelta giustissima tornando a Torino. Per lui la Juventus è speciale come squadra e come ambiente. Pogba, quando si riprenderà, sarà uno dei migliori della Serie A”.

Un pensiero su “Buffon: “Di Maria il più forte della Serie A. Dybala? Speravo non andasse all’Inter””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: