Albertini

Demetrio Albertini, leggenda del Milan, ha parlato di Charles De Ketelaere in una recente intervista a La Gazzetta dello Sport, paragonando il giovane trequartista del Bruges a giocatori del calibro di Kevin De Bruyne e Tony Kross. L’ex centrocampista rossonero ha quindi promosso l’eventuale arrivo del Golden Boy a Milano, non solo per l’impatto immediato che potrebbe avere sulla squadra di Stefano Pioli ma soprattutto per il futuro.

Charles De Ketelaere, chi è l’obiettivo di mercato del Milan

Albertini elogia De Ketelaere

“De Ketelaere non è solo talentuoso, sa mettersi a disposizione delle esigenze della squadra e giocare in molte zone del campo – ha dichiarato Albertini -. Sono convinto che abbia il potenziale per entrare nella schiera di quei grandi giocatori come De Bruyne o Tony Kroos. Non voglio fare un paragone con loro perché sono diversi anche per caratteristiche – ha specificato l’ex Diavolo -. Però sono giocatori che possono giocare in diversi ruoli e sono capaci di dare il massimo in un gioco di scambi posizionali”.

E ancora: “Al giorno d’oggi questa caratteristica è davvero importante, ai miei tempi Boban era uno dei pochi a interpretarlo in questo modo: era incredibilmente moderno e aveva qualità straordinarie, questo lo ha portato a giocare da centrocampista, da esterno, da trequartista, sempre ad altissimi livelli. Paragone con Kakà? Sono calciatori differenti che vengono da background diversi. A parte la faccia pulita non vedo molto in comune”.

Sulla scelta di mercato dei rossoneri Albertini ha invece detto: “La spesa è importante, se decidono di investire 35 milioni significa che hanno valutato con attenzione. Nel 4-2-3-1 di Pioli può ricoprire più ruoli, ma è prima di tutto un trequartista”.

“È già un campione? No, è un potenziale campione, perché è moderno, di caratura internazionale, e perché all’età di 21 anni ha già più esperienza in Champions di tanti giocatori del Milan attuale. E poi c’è il solito fattore che inciderà, vale a dire Stefano Pioli. Tonali, Leao, Theo, lo stesso Kessie… Quanti ne ha migliorati? I grandi allenatori sono quelli con cui anche i campioni crescono, ma Pioli ha fatto ancora meglio: il suo Milan è diventato campione migliorando. Il Milan ha scelto De Ketelaere, ma anche lui ha scelto i rossoneri: sa che il progetto tecnico è perfetto per lui”.

2 pensiero su “Milan senti Albertini: “Con Pioli De Ketelaere può diventare un campione””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: