Palomino

Nato a San Miguel, in Argentina, nel 1990, José Luis Palomino è un calciatore professionista che milita nell’Atalanta, in Serie A. La sua carriera, però, è stata ricca di squadre. Andiamo a vedere l’evolversi della sua vita calcistica e non solo.

PALOMINO POSITIVO AL TEST ANTI-DOPING

Palomino, chi è il difensore argentino

Palomino comincia la sua carriera nel San Lorenzo in Patria in Argentina. Qui, però, non riesce mai a mettersi realmente in luce e, dopo quattro stagioni si trasferisce all’Argentinos Juniors. Dopo una buona annata, arriva la grande occasione per sbarcare finalmente in Europa.

Dal 2014 al 2016, infatti, ecco il Metz, in Francia. Qui trascorre due stagioni ben differenti per rendimento collettivo e personale: nella prima retrocede in Ligue 2, mentre nella seconda riesce a tornare in Ligue 1, con il centrale difensivo protagonista di un’ottima annata da vero leader difensivo.

Nel 2016-17 passa poi al Ludogorets. Con la squadra bulgara Palomino riesce a collezionare le sue prime esperienze europee. L’esordio avviene nel terzo turno di qualificazione alla Champions League, dopo la qualificazione riesce a giocare anche la fase a gironi con squadre del calibro di Arsenal e Paris Saint-Germain. In Bulgaria arriva anche il titolo nazionale con lui che si rende protagonista di 20 presenze e una rete. 

Dal 2017, ecco il salto di qualità con la Serie A e l’Atalanta con la quale vive la cavalcata verso le posizioni più alte della classifica del massimo torneo italiano togliendosi grandi soddisfazioni ed essendo protagonista dei successi e dei record della Dea con la storica qualificazione in Champions League, torneo nel quale segna anche la sua prima rete in assoluto nel novembre del 2021 contro lo Young Boys.

Il 26 luglio 2022, a seguito di un controllo anti-doping, Palomino viene sospeso perché positivo al nandrolone.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: