Bakayoko

Torna a parlare il centrocampista ora al Milan Tiémoué Bakayoko dopo il brutto episodio che lo ha visto sfortunato protagonista di un intervento rude della polizia ai suoi danni, per errore. Uno scambio di persona che sarebbe potuto finire molto male come lo stesso calciatore ha voluto sottolineare via social in alcune stories Instagram pubblicate nella notte.

IL VIDEO DELLA POLIZIA CHE BLOCCA BAKAYOKO

Bakayoko: le parole post episodio con la polizia

“Errare è umano, non ho problemi con questo. D’altra parte, il modo e la metodologia utilizzati sono per me problematici”, le parole di Bakayoko riprese anche da L’Equipe. “Penso che sia andato un po’ oltre il dovuto. Perché non mi hanno semplicemente chiesto il nome, i documenti e tutto in un modo diverso?”.

“Nel video che è stato postato sui social non si vede tutto. Ciò che si vede è la parte più tranquilla di tutto ciò che sarebbe potuto accadere. Mi sono ritrovato con la pistola ad un metro da me, sul finestrino lato passeggero. Hanno chiaramente messo le nostre vite in pericolo”, ha detto il giocatore.

“Qualunque sia il motivo che li ha spinti a farlo, è un errore sapere che non c’erano certezze sui sospetti arrestati. Le conseguenze sarebbero potute essere molto più gravi se non avessi mantenuto la calma, se non avessi avuto la possibilità di essere chi sono e soprattutto di essere riconosciuto in tempo”.

“Quali sarebbero state le conseguenze? Mi avrebbero portato alla centrale? Questo fa sorgere ancora una volta molte domande. Non è accettabile mettere così tanto in pericolo la vita di qualcuno”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: