Palomino

Il difensore dell’Atalanta José Luis Palomino, impegnato nel ritiro a Clusone insieme ai compagni nerazzurr, ha parlato dal Grand Hotel Presolana a Castione. Diversi i temi affrontati in vista della stagione 2022-23 con qualche riferimento anche alla delusione per non aver raggiunto l’Europa lo scorso anno.

ATALANTA, LA GRINTA DI SCALVINI PER LA PROSSIMA STAGIONE

Atalanta, a tutto Palomino

Di seguito alcune delle parole riprese da calciomercato.com:

Sul ritiro: “Per il momento sta andando tutto bene, c’è fatica ma è normale quando si fa preparazione, staremo ancora fino a fine settimana e poi andiamo a Bergamo a continuare il lavoro. Sarà importante fare tutto bene per il campionato”, ha detto Palomino. “I tifosi? Siamo contenti per loro che ci possono vedere e possono vedere l’Atalanta allenarsi. Questo sarà il mio sesto anno con l’Atalanta, io voglio bene a loro, loro a me, c’è grande affetto”.

Sull’essere stato eletto giocatore dell’anno dal popolo nerazzurro: “Sono contento, ma spero di fare sempre ancora un po’ meglio, al meglio delle possibilità. Penso di avere ancora margine per migliorare, devo allenarmi e fare una buona preparazione ma sono fiducioso”.

Sugli obiettivi di questa stagione: “Tornare in Champions o in Europa anche se siamo ancora alla prima settimana di ritiro. Mi aspetto una stagione difficile come le altre ma l’obiettivo è arrivare a giocare l’anno prossimo in Europa. Sono deluso che non è arrivato l’obiettivo di Europa e Champions ma la rabbia ora si trasforma in carica di arrivare a questo obiettivo l’anno prossimo. Dobbiamo partire col pensiero di arrivare all’Europa e alla Champions affrontando ogni partita pensando di prendere i 3 punti”.

Alcuni spunti poi anche sugli obiettivi personali in termini di gol: “Dico sempre che vorrei fare 5-7 gol ma non ci riesco. Spero di farcela quest’anno”.

Capitolo nazionale: “Speriamo per la chiamata dell’Argentina, se continuo così penso che arriverà l’opportunità prima o poi. Io all’Atalanta mi trovo benissimo, poi non so in futuro se chiuderò a vita qui, vedremo col tempo cosa succede. Sei mesi fa ho rinnovato, fino a che sento che posso aiutare la squadra rimarrò qua poi vedremo che decisione prendere con la società”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: