Di Maria

Giorno di presentazione in casa Juventus con Angel Di Maria che ha parlato per la prima volta da calciatore bianconero. El Fideo ha affrontato diversi argomenti legati alla sua decisione di firmare per la Vecchia Signora e sugli obiettivi per la stagione.

Di Maria si presenta alla Juventus: le parole

“Sono davvero felice di poter indossare questa maglia. Per me è davvero fantastico poter entrare in questo grande club, mi hanno accolto tutti con entusiasmo. Io sono lo stesso di sempre: quello elettrico, quello che vuole vincere sempre e a cui non piace perdere, questo è il Di Maria che arriva alla Juve. Credo che sia per questo che sono stato preso: ora sarà importante lavorare”, ha detto l’argentino che ha scelto la maglia numero 22.

Sulla scelta della Juventus: “Una squadra importante come la Juve, se insiste per 40 giorni, poi diventa difficile dire di no. Mi hanno aspettato quando è finito il campionato francese, quando ero impegnato in Nazionale e poi ho tardato io un po’ a rispondere solo per questioni familiari, volevo stare un po’ in vacanza per poi dedicarmi a questa nuova avventura. Appena prima di finire le vacanze ho comunicato la mia scelta”.

Di Maria ha poi proseguito: “Se resto anche l’anno prossimo? Non si sa mai, nel calcio cambia tutto velocemente. Da quando mi hanno contatto mi sono sentito trattato benissimo e questo influisce molto su come mi sento, per il momento però penso a questo anno specifico, cercherò di vincere lo Scudetto e tutto quello che è possibile vincere, ci penserò più avanti”.

Sulla squadra e su Allegri: “Se ho parlato col mister? Non molto, specie di tattica. Ora è il momento di correre, poi quando sarà il momento discuteremo di tecnica e tattica”. E sui compagni: “Sono veramente contento di avere vicino giocatori di grande qualità come Chiesa e Vlahovic, sono davvero straordinari e daranno tanto a questa squadra. Credo che la Juve stia facendo un investimento sui giovani, tutti devono aiutarli a dare una mano alla squadra ad avere una mentalità vincente: sapere come affrontare una gara di Champions, ma anche il campionato. Sicuramente questo ha portato la Juve a scegliermi”.

Un passaggio poi su alcuni ex Juventus sentiti prima della firma: “Ho parlato soprattutto con Paulo Dybala e quello che mi ha detto lo sto verificando: una squadra importante ma anche una famiglia e lo sapevo già grazie ai suoi consigli. Tanti ex compagni ci tenevano che venissi qui, come ho già detto ne ho parlato anche con Gigi Buffon”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: