Verstappen

Verstappen si aggiudica la pole position nelle qualifiche del GP F1 d’Austria. L’olandese della Red Bull beffa letteralmente le due Ferrari all’ultimo tentativo, strappando la prima posizione a Charles Leclerc per appena 29 millesimi e distaccando l’altro ferrarista, ovvero Carlos Sainz di soli 82 millesimi. Male le due Mercedes di Hamilton e Russell che nell’ultima sessione di qualifiche (Q3) escono di pista causando due bandiere rosse. Le Silver Arrows partiranno rispettivamente in 10^ e 8^ posizione nella Sprint di domani.

F1 GP d’Austria in diretta tv e streaming: dove vedere la gara

F1, la top 10 delle qualifiche del GP d’Austria

1  M. Verstappen Red Bull  1’04″984

2 C. Leclerc Ferrari 1’05″013

3 C. Sainz Ferrari 1’05″066

4 S. Perez Red Bull 1’05″404

5 G. Russell Mercedes  1’05″431

6 E. Ocon Alpine 1’05″726

7 K. Magnussen Haas 1’05″879

8 M. Schumacher Haas 1’06″011

9 F. Alonso Alpine 1’06″103

10 L. Hamilton Mercedes 1’13″151

Le dichiarazioni dei protagonisti

Verstappen: “È stata una qualifica particolarmente complicata, soprattutto viste le bandiere rosse. Non è mai facile mantenere la concentrazione perché queste pause ti fanno perdere il ritmo. Sicuramente sono molto soddisfatto della pole e di averla fatta di fronte a così tanti tifosi. Qui è quasi come se fosse il mio GP di casa ed è speciale avere questo supporto dei fan. I punti si faranno nella Sprint di domani e nella gara di domenica quindi speriamo di avere una partenza pulita e poi che tutto vada secondo i piani. Di solito abbiamo una vettura da gara quindi se partiremo bene avremo ottime chance”.

Leclerc: “È un peccato perché ho fatto un ottimo giro. Il margine è davvero piccolo e probabilmente so dove ho perso un po’ di tempo. Le bandiere rosse hanno complicato un po’ la qualifica e noi, in particolare, abbiamo avuto qualche difficoltà ad ‘accendere’ le gomme. Dobbiamo fare bene sia nella Sprint di domani che nella gara di domenica perché veniamo da un periodo disastroso. Nelle ultime cinque gare ne sono successe di tutti i colori e non abbiamo raccolto ciò che meritavamo”.

Sainz: “Nelle ultime gare ho trovato un buon feeling con la macchina e si vede anche dai risultati recenti. Oggi mi dispiace perché quando il margine dalla pole è inferiore ad un decimo poi ti viene in mente dove potresti averlo perso. Sicuramente anche i ragazzi davanti sanno perfettamente in che parte del giro hanno perso tempo e quando l’hanno guadagnato quindi in realtà non credo che avrebbe fatto la differenza. P3 è comunque una buona posizione di partenza. Domani nella Sprint partiremo dal lato pulito della pista e sarà interessante vedere cosa possiamo fare con le scie e il drs”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: