Marotta

Giuseppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, è intervenuto nella conferenza di presentazione della stagione calcistica 2022/23 per parlare dei temi caldi in casa nerazzurra. Il dirigente ex Juve, in particolare, ha commentato fin qui il mercato dell’Inter ma, nello specifico, ha voluto fare chiarezza circa lo stallo dell’operazione Dybala.

Inter, Inzaghi: “Lukaku grande colpo. Vogliamo vincere. Cessione Skriniar? Dico…”

Le parole di Marotta

“La stagione passata è stata agrodolce. Abbiamo aggiunto due trofei importanti in bacheca ma allo stesso tempo il secondo posto in campionato ci ha lasciato un po’ così – ha esordito l’ad dell’Inter -. Servirà alzare l’asticella che era già davvero alta ma non dobbiamo aver paura, bisogna avere il coraggio di vincere. Siamo altamente competitivi e lo abbiamo dimostrato, il tutto con quella sostenibilità finanziaria che serve a dare continuità al club. Questo è un monito per noi della dirigenza, ma questa parola non deve spaventare perché si può essere anche competitivi”.

Sulla questione Dybala-Inter Marotta ha invece detto: “Paulo fa parte dei calciatori svincolati ed è la prima volta in tanti anni che esiste una situazione in cui tanti giocatori di così alto livello sono ancora fermi e senza squadra – ha aggiunto il dirigente -. È la dimostrazione che il calcio sta cambiando, è un calcio che bada a contenere i costi. Dybala rappresentava e rappresenta ancora un’opportunità, ma non possiamo dimenticare che oggi noi siamo assolutamente a posto nel settore offensivo. Abbiamo un insieme di giocatori di spessore e che l’allenatore dovrà gestire nel migliore dei modi. Resta sicuramente il mio affetto personale nei confronti di Paulo”.

La Joya, che sembrava essere vicinissima ai nerazzurri, potrebbe quindi uscire dai piani dell’Inter, salvo ovviamente che alcune cessioni importanti nel reparto offensivo riaprano completamente la trattativa.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: