Simon Kjaer

Simon Kjaer, difensore del Milan, è finalmente tornato in campo con i suoi compagni in occasione del raduno del Diavolo a Milanello. L’esperto difensore, intervenuto ai microfoni di Milan TV al termine del primo allenamento ufficiale della nuova stagione, ha parlato delle sue sensazioni e condizioni fisiche, ma anche degli obiettivi della prossima annata, senza dimenticare ovviamente il bellissimo successo dello scorso campionato.

Milan, ecco la nuova maglia 2022/23 ma è giallo sui social per l’assenza dello scudetto sul petto…

Le parole di Kjaer

“Sto bene, ho lavorato tanto ma c’è ancora tanto lavoro da fare. Fisicamente sto bene e mi sono goduto queste vacanze con la mia famiglia però aspettavo questo giorno da 7 mesi e ora sono finalmente molto contento di essere tornato in campo – ha dichiarato Kjaer -. Durante le vacanze pensavo solo al ritiro, non vedevo l’ora di ricominciare. So dove devo andare per crescere fisicamente, ma è importante avere le idee chiare”.

E ancora: “Alla fine dell’allenamento ho guardato i dati fisici, è vero, ma sono un po’ stufo di guardare i numeri. Per quattro mesi ho potuto fare solo quello perché abbiamo un piano ben preciso da seguire. So dove devo stare e quale numero devo avere per crescere piano piano sia dal punto di vista fisico che mentale. Mentalmente avere un obiettivo ‘numerico’ aiuta tanto per sapere indicativamente a che punto sto, posso dire che per essere il primo giorno posso ritenermi soddisfatto“.

Il difensore danese è tornato a parlare del successo dello scorso anno: “Siamo tutti felici per lo Scudetto, quello ci darà la pressione giusta per fare il massimo anche quest’anno. Dobbiamo migliorare ancora e lavoreremo per quello, siamo il Milan e le pressioni non devono mancare“. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: