Sacchi

Intervista a La Gazzetta dello Sport per Arrigo Sacchi che si è concentrato in modo particolare sul nuovo Milan che sarà nella prossima stagione, tra ambizioni in campionato, Champions League e, ovviamente, in chiave mercato.

Milan, le amichevoli estive 2022

Sacchi e le parole sul Milan

Si parte dai rinnovi finalmente arrivati di Maldini e Massara: “Aver trovato l’accordo con Paolo e Massara è importante, perché si tratta di due dirigenti competenti che hanno contribuito in modo significativo allo scudetto. Adesso bisognerà aggiustare qualcosa nella squadra, ma sono sicuro che, data la loro bravura, hanno già individuato gli elementi giusti”, ha commentato Sacchi.

Poi sulla competitività del Milan in Champions: “Non scherziamo e, soprattutto, non chiediamo a questi ragazzi ciò che non possono ancora fare. Il Milan ha avviato un percorso molto virtuoso, badando a non spendere più di ciò che c’è in cassa, e cercando un gioco moderno e attraente. Ora deve consolidare questa posizione. Per la Champions ci sono club come il City, il Liverpool, il Chelsea, il Real, lo stesso Psg che sono decisamente più avanti”.

Ed infine sulla possibilità di vedere Dybala in rossonero: “Lo consigliai, anni fa, a Berlusconi. Gli suggerii di prendere Sarri e Dybala come campione emergente: non se ne fece nulla. Credo che Dybala si troverebbe più a suo agio nel Milan che nell’Inter: i rossoneri sono già abituati a giocare con la mezza punta. Però l’argentino dovrà mettersi a disposizione, partecipare alla fase di recupero del pallone e puntare tutto sulla velocità. Il calcio moderno è un calcio di movimento. Staremo a vedere. In ogni caso per questo inizio di stagione io dico: in bocca al lupo, caro giovane Milan!”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: