Al-Khelaifi

Nasser Al-Khelaifi, presidente del Psg e dell’ECA (European Club Association), ha rilasciato una scoppiettante intervista a Le Parisien e Marca in vista della nuova stagione. Il dirigente qatariota, tra le altre cose, ha parlato del progetto sportivo dei parigini, del mercato del club e del tema caldo che riguarda il Financial Fair Play. Al-Khelaifi ha anche voluto rispondere duramente alle parole del presidente de LaLiga Javier Tebas, che ha accusato apertamente il Psg di minare l’ecosistema del calcio europeo.

LaLiga contro Al-Khelaifi dopo rinnovo Psg-Mbappé

Al-Khelaifi a tutto tondo

Il presidente del Paris Saint-Germain ha parlato innanzitutto del progetto tecnico della sua squdra: “Nuovo allenatore? Lo diremo al momento giusto – ha esordito Al-Khelaifi -. Vorrei solo chiarire che Zidane mi piaceva già come giocatore e mi piace pure come allenatore ma non ci sono stati contatti con lui, né diretti e meno che mai indiretti”.

“Dobbiamo rimanere con i piedi per terra – ha continuato il dirigente – Non possiamo sempre sognare in grande. L’obiettivo è tornare a concentrarci sul nostro settore giovanile e far crescere i nostri calciatori. In futuro avremo il miglior centro di formazione al mondo e il sogno sarebbe una squadra fatta di soli calciatori parigini”.

“Nuovo progetto? Chi non vuole farne parte può decidere di andarsene, in passato qualcuno si è approfittato della situazione, ma questo non sarà più tollerato. Problemi con Neymar? Non sono argomenti da trattere in pubblico, è normale che come ogni anno qualche giocatore arriverà e altri dovranno partire…”.

Affare Mbappé e Fair Play Finanziario

“L’estate scorsa ho rifiutato 180 milioni di euro dal Real Madrid per lui perché sapevo che sarebbe voluto restare al PSG. Lo conosco molto bene e so cosa vogliono lui e famiglia, non sono persone che si muovono per i soldi. Ha scelto di giocare per la squadra della sua città e del suo paese, per il progetto sportivo. Pensa solo a questo e a vincere”.

Kylian non è e non sarà mai coinvolto nelle decisioni sportive come può la scelta dell’allenatore. Ci darà la sua opinione perché vuole vincere, ma lui non entra nella pianificazione. Campos ha un obiettivo chiaro e diverso: prendere giovani di talento e con la mentalità vincente”.

Al-Khelaifi ha voluto rispondere anche alle pesanti accuse di Tebas: “Ogni estate è lo stesso ritornello. Noi sappiamo cosa stiamo facendo e nessuno deve permettersi di dire cosa possiamo o non possiamo fare. Anche per l’affare Messi dicevano che non saremmo rientrati dell’investimento e invece ci abbiamo guadagnato”.

E ancora: “Non è nel nostro stile parlare di altri campionati, club o federazioni. Non diamo lezioni e non permettiamo a nessuno di farlo con noi. Ogni anno sempre le stesse cose, ma noi continueremo a costruire il progetto”.

Un pensiero su “Al-Khelaifi: “Psg, obiettivo squadra di soli parigini. Fair Play Finanziario? Tebas si concentri su…””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: