Gerry Cardinale - RedBird - Milan

Intervistato dal Financial Times, Gerry Cardinale, numero uno di RedBird, nuovo proprietario del Milan, ha parlato a tuttotondo dell’approdo in rossonero, della voglia di crescere come club tra stadio e futuri investimenti.

Milan, le parole di Gerry Cardinale

Milano e l’Italia meritano uno stadio di livello mondiale che ospiti il meglio dello sport e dell’intrattenimento su scala globale”, ha esordito Cardinale. “Un marchio di questa portata, come il Milan, dovrebbe avere un’infrastruttura che sia indicativa del suo livello e del suo potenziale globale”.

Il fondatore di RedBird ha parlato anche della differenza di ricavi tra il calcio inglese e quello italiano, triplicata rispetto allo scorso decennio: “Con la Serie A c’è una grossa opportunità a livello macro. Non dovrebbero esserci queste differenze di ricavi per i diritti tv tra Premier League inglese e Serie A”.

Sul rapporto con Paolo Maldini: “Per me era molto importante incontrarlo. Alla fine abbiamo trascorso tre ore e mezza insieme, è stato fantastico”. Infine un pensiero su Elliott e sulla struttura dell’accordo stipulato per il passaggio del club con il fondo statunitense che rimarrà in società con una quota di minoranza: “Questo tipo di accordo ci ha permesso di muoverci in pochissimo tempo, di chiudere l’affare e di consentire loro di continuare a partecipare nel modo che loro preferiscono”.

2 pensiero su “Milan, senti Cardinale: “Merita stadio di livello. Con Maldini incontro di 3 ore e mezza e…””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: