Marotta

Giuesppe Marotta, amministratore delegato dell’Inter, è intervenuto dal palco del Premio L’Amico Atletico della fondazione Cardinaletti per parlare di sport ma inevitabilmente anche del tema caldo in casa nerazzurra: il calciomercato. Il dirigente ex Juve ha parlato dell’imminente addio di Ivan Perisic ma, soprattutto, del possibile arrivo di Paulo Dybala.

Mkhitaryan-Inter, le cifre dell’affare

Marotta e tra presente e futuro dell’Inter

“Siamo l’Inter e in quanto tale vogliamo sempre raggiungere traguardi molto ambiziosi – ha dichiarato Marotta -. Chiaro che abbiamo portato a casa due trofei e non possiamo che esserne felici. Lo Scudetto? Sarebbe stato la ciliegina sulla torta. Siamo comunque già concentrati sulla prossima stagione, fatta di obiettivi importanti. Così come desideriamo e come ci obbliga a fare la società che rappresento, che è una delle più gloriose di tutto lo scenario sportivo”.

Il dirigente nerazzurro ha commentato così il mancato rinnovo di Ivan Perisic, confermando, di fatto, il suo approdo al Tottenham: “C’è dispiacere – ha dichiarato Marotta -. Il calciatore voleva provare una nuova esperienza in Premier League e noi non eravamo nella posizione di poter presentare offerte migliorative. La sua scelta è semplicemente basata sulla volontà di un futuro diverso rispetto a quello attuale. Massimo rispetto per questo e a lui va anche un grande ringraziamento. Troveremo il giusto sostituto e, in ogni caso, abbiamo già in rosa Robin Gosens che non lo farà rimpiangere”.

L’ad dell’Inter non ha voluto nascondere la trattativa che, con molta probabilità, porterà Dybala a vestire i colori nerazzurri: “Nello sport esistono quelle che io definisco le bugie bianche, per cui dico che ora non lo so (ride ndr). La speranza però è che possa essere con noi la prossima stagione” ha concluso Marotta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: