Christian Vieri - crediti Twitch @BoboTV

Ultimo 90 minuti in Serie A con la lotta scudetto tra Milan e Inter a dare spettacolo. Intervenuto al Corriere della Sera, Christian Vieri, storico ex bomber, ha parlato delle due squadre facendo un bilancio di quanto fatto in stagione e sottolineando anche la situazione in caso di vittoria o sconfitta nella corsa al titolo.

Vieri e lo scudetto

Sulla stagione delle due squadre ed in particolare sul cammino del Milan capolista, Vieri ha detto: “Il segreto è stato il gruppo. Due anni di serio lavoro hanno fatto la differenza. Percorso magnifico quello di Pioli sul campo e di Paolo Maldini nella scelta dei giocatori: servono campioni che siano anche uomini di un certo tipo. Il calcio non è il golf o il tennis, è una questione di squadra, di meccanismi, coraggio, rispetto e generosità reciproca. E il Milan non molla mai”.

Parole importanti anche sull’Inter: “Lo stesso discorso si può fare dell’Inter. Siamo lì dopotutto, in volata. Finora darei 10 al Milan e 9,5 all’Inter”. E ancora: “Scudetto al Milan e non all’Inter sarebbe fallimento per i nerazzurri? Ci sarebbe sicuramente da rosicare, anche pensando alla seconda stella. Però, non parlerei mai di fallimento: ci sono due coppe in più in bacheca, oltretutto strappate alla Juve; il cammino in Champions, poi, è stato importante, impreziosito dalla vittoria di Liverpool; infine, per lunghi tratti l’Inter ha espresso un gioco decisamente divertente. Insomma, i nerazzurri sono stati competitivi ovunque. È questo che si chiede a una grande squadra: giocarsela su tutti i fronti. E l’Inter è davvero una grande squadra”.

Infine una curiosità dal “vecchio” bomber: “Perché i tifosi dell’Inter possono ancora sperare nello scudetto? Ci sono gli occhi di tutto il mondo puntati su queste gare. Se io fossi un attaccante del Sassuolo darei l’anima per sfondare la rete rossonera e lasciare il mio segno. E lo stesso pensiero lo farei in maglia Samp, in un Meazza con 75 mila spettatori. Insomma, le motivazioni saranno altissime sia nel Sassuolo sia fra i blucerchiati. E questo campionato ha più volte sorpreso…”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: