Alessandro Agostini - Cagliari

Vigilia di campionato per il Cagliari di mister Alessandro Agostini che domani si giocherà una gara importantissima contro il Venezia al Penzo per sperare di rimanere in Serie A anche se molto dipenderà dall’esito della gara della Salernitana contro l’Udinese.

Venezia-Cagliari, parla Agostini

Su chi giocherà e se ci sarà spazio per qualche novità: “Devo ancora decidere chi far giocare. Valuterò domani le scelte”, ha esordito Agostini. “Difesa a tre o a quattro? Contro l’Inter mi sono piaciute entrambe le soluzioni. Vediamo”.

“Cosa conta di più in questo tipo di partite tra testa e gambe? Sicuramente è importante tutto in queste partite, perché valgono una stagione. Quel qualcosa in più deve partire dalla testa, credo che sia fondamentale”.

Sulla Salernitana: “Non penso nulla rispetto agli altri, siamo consapevoli che non dipende solo da noi ma in questa partita lascerei da parte questo tipo di considerazioni. Dobbiamo fare risultato in ogni maniera“.

“L’umore dopo l’Inter? Dopo la partita di domenica non potesse esserci felicità. La settimana è stata giusta, abbiamo lavorato su ciò che ci eravamo prefissati: ora siamo pronti e consapevoli di quel che dobbiamo fare”.

Sul futuro personale: “Non è il momento di parlarne. Lo faremo dopo nel caso. Il pensiero è solo a questa partita. Il resto inutile parlarne”.

Sui singoli: “Nandez? Si è allenato con noi in settimana e vediamo domani. Può fare parte della partita. Gaston Pereiro? Lo considero importante per la squadra”.

“Noi ci stiamo giocando la Serie A, questo deve fare assolutamente la differenza”.

A livello personali Agostini ha aggiunto: “Per me essere al Cagliari vuol dire tutto. Darò il massimo che è nelle mie possibilità e spero che alla fine possa bastare”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: