Haaland

Erling Haaland inizierà la sua avventura in Premier League la prossima stagione e, agli ordini di Pep Guardiola tenterà l’assalto alla tanto agognata Champions League. L’attaccante norvegese, dopo due anni coronati da 89 presenze e l’impressionante cifra di 86 gol, ha infatti detto addio al Borussia Dortmund salutando il ‘Muro Giallo‘ del Westfalenstadion. Prima del match contro l’Hertha Berlino, valida per l’ultima giornata di Bundesliga, il club di Dortmund ha voluto riconoscere l’enorme talento dell’ex Salisburgo regalandogli un quadro con una sua esultanza sotto il muro giallo con la scritta “Danke Erling“. La premiazione è stata accompagnata dai cori dirompenti della Südtribüne e dagli applausi di tutto lo stadio. Applausi che sono diventati ancora più forti dopo il rigore trasformato dallo stesso Haaland, che ha ringraziato il suo popolo come solo lui sa fare.

Haaland, cifra monstre per l’ingaggio da parte del Manchester City

Le parole di Haaland

Il centravanti classe 2000, al termine del match, ha pubblicato sui propri profili social un messaggio di ringraziamento: “Per me è stato un vero onore poter indossare questa maglia. A Dortmund ho passato momenti memorabili, incontrato persone speciali, per non parlare di una base di fan che è sempre stata il nostro uomo 12 uomo in campo. Il Muro Giallo è davvero incredibile. Non dimenticherò mai niente di tutto questo! Grazie a tutti!”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: