Toloi

Intervista a L’Eco di Bergamo per Rafael Toloi, difensore dell’Atalanta. Finale di stagione, futuro e bilancio di quanto è stato, sia a livello personale che di squadra, nelle parole del calciatore che, per le ultime due partite del campionato, purtroppo, non ci sarà.

LA VERITA’: IL PRESUNTO CALCIO SUBITO DA ALLEGRI IN JUVENTUS-INTER (VIDEO)

Atalanta, Toloi a 360°

“La mia stagione finisce qui. Mi sono sottoposto agli esami di recente: il muscolo si è cicatrizzato bene ma non riesce a reggere allo sforzo. Ho ancora problemi, sento ancora fatica. Le ricadute non sono legate a una eccessiva fretta nel tentativo di bruciare i tempi”, le parole di Toloi. “Adesso sto lavorando duramente per recuperare al meglio e continuerò a farlo anche in vacanza. Voglio presentarmi al meglio della condizione in vista della prossima stagione”.

Se la sua stagione è finita, quella della Dea non anocra: “Sono certo che abbiamo ancora tutte le possibilità per centrare il nostro obiettivo. Questa stagione è stata davvero particolare, la squadra ha pagato dazio a tante situazioni differenti. Infortuni, Covid. E non mi va di entrare nel discorso legato agli arbitraggi. Mi sembra evidente che alcuni errori ci sono costati dei punti importanti. Se conquistati, la nostra classifica avrebbe avuto un connotato certamente diverso. Adesso con il Milan arriva una di quelle sfide che piacciono al gruppo”.

Poi, uno sguardo al futuro: “I prossimi anni saranno ancora a Bergamo. Qui mi sento a casa, non mi vedo con altre maglie. Sono legato da un sentimento enorme alla squadra e alla città. Ho ricevuto anche delle offerte importanti, pure dal punto di vista economico, ma non ho mai pensato di lasciare Zingonia. Spero di avere ancora la possibilità di indossare la maglia della nazionale, ma tutto è concatenato. Ovviamente se mi rimetto fisicamente e scendo in campo con l’Atalanta potrò anche essere chiamato in Azzurro. Posso dire ancora la mia in questa Nazionale”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: