Donnarumma

Intervistato da France 24, il portiere dell’Italia e del Paris Saint-Germain, Gianluigi Donnarumma, ha parlato della sua primissima annata in Francia conclusa, oramai, col titolo di Ligue 1 e con tante polemiche per l’eliminazione dalla Champions League. Tra i temi affrontati dall’estremo difensore italiano, anche il dualismo con Keylor Navas tra i pali e la delusione per il mancato approdo al Mondiale con la sua Nazionale.

PSG: IL FUTURO DI HAKIMI

A tutto Donnarumma: Psg, Navas e Champions

Sulla vittoria della Ligue 1 in Francia: “È bellissimo, è il mio primo titolo in campionato, sono molto felice ed è il mio primo trofeo con la maglia del Paris Saint-Germain. Sono molto orgoglioso di appartenere a un grande club, molto ambizioso, che punta sempre in alto”, le parole di Donnarumma. Non è stato un inizio facile, perché era la mia prima volta fuori dall’Italia, in un nuovo club, in una nuova città. Ma sento una grande famiglia dietro di me. Non è stata una stagione facile, diciamo un 7. So che posso fare di più, non ho giocato tante partite, solo la metà, non è stato facile”.

Tra le difficoltà avute, anche quella di combattere per il posto con Keylor Navas: “Ho un ottimo rapporto con Keylor, siamo due bravi ragazzi, capiamo la situazione, ma è stata dura, e anche per lui, ma diciamo che l’abbiamo gestita bene, con tutto il gruppo e soprattutto tra noi due. Penso che il club farà delle scelte”.

Sulla Champions League e le polemiche per l’eliminazione per mano del Real Madrid, Gigio ha commentato: “Il gol di Benzema non era valido (quello del presunto fallo su di lui ndr), ma avremmo potuto gestire meglio il resto. Siamo molto delusi, come tutti i tifosi, ma dobbiamo andare avanti, non vediamo l’ora di giocare di nuovo la Champions League e provare a vincerla”.

La Nazionale e il mancato Mondiale

Spazio anche per la Nazionale con la delusione per il mancato accesso al Mondiale in Qatar: “È stata dura, molto dura. Devo dire che i giorni successivi sono stati molto difficili, ma come ho appena detto, non si può tornare indietro. Quello che abbiamo fatto all’Europeo sicuramente passerà alla storia, abbiamo realizzato qualcosa di incredibile. Detto questo, l’Italia deve andare ai Mondiali e purtroppo non ce l’abbiamo fatta. Bisogna guardare avanti e ripartire”.

Un pensiero su “Donnarumma: “Mia stagione da 7. Quello di Benzema era fallo. Basta dualismo con Navas””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: