Milan Pioli

Dopo i pareggi in campionato contro Salernitana e Udinese, e quello in Coppa Italia contro l’Inter, il Milan di Stefano Pioli si prepara allo scontro diretto della 28^ giornata di campionato contro il Napoli, match che potrebbe indirizzare il percorso e le ambizioni di entrambe le squadre.

Il tecnico rossonero ha presentato la sfida del Diego Armando Maradona nella consueta conferenza stampa di vigilia, di seguito le sue parole.

NAPOLI-MILAN, ORSATO DIRIGE IL BIG MATCH

Napoli-Milan, le parole di Pioli

“Domani sarà bellissimo, sia lo spettacolo che l’ambiente, il ‘Maradona’. Sarà stimolante per il Napoli e anche per noi, sarà una partita tutta da vivere e noi ce la giocheremo”.

Condizione di Ibra? Zlatan sta meglio, si è allenato con noi sia ieri che oggi e probabilmente ci sarà domani”.

Posizione in classifica soddisfacente? Due settimane ti avrei detto che mi aspettavo qualcosa in più, luglio scorso ti avrei risposto di sì. Abbiamo fatto un percorso e ora mancano 11 partite. Dobbiamo ssere soddisfatti, ma da ora in avanti tutte le partite saranno dei crocevia e dovranno essere affrontate con tanta lucidità e convinzione. Il Napoli è in grande condizione, ha grandissima qualità ma ce l’abbiamo anche noi. Dobbiamo giocare con grande forza e provare a portare a casa i tre punti”.

Quanto influirà il derby? Niente, il derby ci ha dato energia piuttosto che togliercela. Siamo pronti per questa gara”.

Vi accontenterete del pareggio o punterete alla vittoria? “Se entriamo col pensiero di accontentarci ci avviciniamo più ad un risultato negativo che altro…”.

Tabù Spalletti? “Il Napoli ha la miglior difesa del campionato. Sa palleggiare e trovare le profondità. Tutte e due le squadre hanno reparti offensivi forti, quindi credo che vincerà chi difenderà meglio. Con Luciano la vittoria prima o poi arriverà, meglio prima… “

Quanto peseranno i punti persi contro le “piccole”? “Da qui al 22 maggio mancano 33 punti. Sarà una continua altalena. Nessuno vorrà scenderci e noi dobbiamo rimanerci sopra per lottare fino alla fine per le posizioni di vertice”.

Come sta Rebic? “Sta bene e sta tornando nella condizioni migliori. Bisogna cominciare le partite con la migliore formazione possibile, ma è importante anche avere cambi giusti. Bisogna star dentro le partite: molte vanno decise nel finale con degli innesti che risolvano le partite”.

Duello Tomori-Osimhen “Le partite saranno sempre più così, si giocano molto sui duelli. Tomori ha avuto un infortunio ed è stato fuori 1 mese e mezzo. Sulle qualità Fik non ho il minimo dubbio, sia in fase difensiva che di impostazione. Troverà un avversario forte, sarà un duello affascinante e tutto da vivere”.

Il Milan crossa poco e non troppo bene: come mai?
“Sul dato influisce la nostra costruzione, la nostra volontà di riempire le posizioni tra le linee. Non siamo votati ad andare sul fondo per crossare, ma quando ci arrivi bisogna avere più qualità nei cross. Tante volte preferiamo a giocare dentro piuttosto che fuori, ma penso anche che sarebbe meglio partire da fuori per poi entrare dentro”. È vero anche che non li stiamo calciando benissimo, ci stiamo lavorando più di prima”.

Quale partita farà il Napoli?
“Alle 15 fa la conferenza Luciano, bisogna chiedere a lui. Noi dobbiamo essere capaci di sapere leggere tutte le situazioni, sapendo uscire dalla pressione quando questa sarà forte oppure capire quando ci aspetteranno per palleggiare bene e giocare nella loro metà campo. Bisogna essere molto lucidi e molto preparati”.

Un pensiero su “Milan, Pioli: “Domani sfida stimolante. Ibra? Probabilmente ci sarà””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: