Higuain

Gonzalo Higuain si racconta a Olé tra passato e presente. Un’attualità che lo vede protagonista in MLS all’Inter Miami, club dove ha ritrovato la tranquillità e la stabilità mentale che gli era mancata negli ultimi anni in Europa.

SERGIO RAMOS PUO’ GIOCARE IN MLS

Parla Higuain

“Ho giocato per 15 anni nelle migliori squadre del mondo e ho segnato più di 300 goal. Ho giocato tre Mondiali e quattro Coppe America. Come potrà mai influenzarmi ciò che viene da una persona che non sa nemmeno cosa fa nella vita e basa le sue frustrazioni su di me? Al contrario, rido. Possono dirmene di tutti i colori, alle critiche che ricevi devi rispondere: ‘Sì, hai ragione'”. Eppure Higuain ha ammesso che non sempre ha saputo mettersi alle spalle i giudizi altrui: “Alle critiche bisogna adattarsi, altrimenti è meglio fare un altro mestiere. Il calciatore riceve più critiche che elogi. E’ stato un momento difficile della mia vita in cui ho sofferto”.

E ora in MLS: “Ho trovato la tranquillità emotiva e interiore che cercavo da tempo. Sono uscito da quel vortice europeo. Non credevo che mi sarei trovato così bene. Volevo tornare alle sensazioni provate col dilettantismo, come quando giocavo nelle serie inferiori. Qui non c’è quel male, quella sfiducia, quell’invidia. Se un giornalista fa una critica, la fa con rispetto. Arriviamo sempre due ore prima della partita, mia figlia può scendere in campo con mia moglie: ci sono meno regole, tutto è più naturale. Sembra di giocare soltanto nei weekend, mentre durante la settimana ci si rilassa. L’MLS è un campionato molto bello da giocare e rende felici anche fuori dal campo”.

Un pensiero su “Higuain: “In MLS ho ritrovato la serenità che volevo. In Europa troppe critiche””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: