Eriksson

Lunga intervista a Il Mattino da parte dell’ex storico mister Sven Goran Eriksson. Lo svedese ha parlato di Serie A e di lotta scudetto soffermandosi sulla battaglia tra le prime tre della classifica e l’assenza della Juventus dalla corsa al Tricolore.

A tutto Eriksson

“Sono sorpreso che tra le prime tre in lotta per lo scudetto non ci sia la Juventus, ma devo dire che è un bene per il calcio italiano perché l’egemonia di un solo club stufa. Tutto diventa noioso. Adesso ha un senso vedere le partite nel weekend”, ha detto Eriksson.

Poi su chi potrebbe vincere il Tricolore: “In quante sono riuscite a vincere spezzando l’egemonia delle big? Il Napoli di Maradona, il Verona di Bagnoli, la Sampdoria di Boskov e la Roma prima della mia Lazio e poi dopo con Capello. Non è mai stato semplice. Quando ho vinto io, 22 anni fa, la serie A veniva da otto anni dove in campionato trionfava o il Milan o la Juventus. Noi riuscimmo a creare una squadra che già la stagione prima era andata vicina al trionfo. E su questo aspetto anche il Napoli per certi versi somiglia alla Lazio perché pezzo dopo pezzo ha messo assieme la squadra attuale”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: