Guardiola

Pep Guardiola ha parlato alla vigilia della sfida di campionato contro l’Everton. Il tecnico del Manchester City ha affrontato anche il tema della guerra in Ucraina che coinvolge molto da vicino anche il suo calciatore Oleksandr Zinchenko che nelle scorse ore era stato protagonista di un duro messaggio nei confronti del presidente della Russia Putin.

LO SFOGO DI ZINCHENKO

Guardiola tra guerra e Premier League

Sulle vicende relative alla guerra: “Amiamo tutti il ​​Paese in cui siamo nati. E se uccidono la tua gente, persone innocenti…”, ha esordito Guardiola. “La situazione di Zinchenko? Voi come vi sentireste? Ho parlato in privato con lui, è un ragazzo molto forte, si è allenato nei giorni scorsi e domani sarà con la squadra. Ricordo quello che è successo in Jugoslavia, nessuno ha fatto niente. Ci sono molte guerre nel mondo e tante persone innocenti muoiono quando vorrebbero solo vivere in pace. Tutti vogliono una casa, dormire bene, cibo in tavola e amore. Gli innocenti pagano sempre le conseguenze a un prezzo terribile, per le decisioni di pochi. Non abbiamo ancora imparato dal passato”.

Tornando al campionato: “Lotta col Liverpool? Non ho mai vinto un trofeo in vita mia a gennaio. Mai. Naturalmente c’è una lotta per il titolo. Ieri ho visto Arsenal contro il Wolverhampton: c’è intensità in ogni partita. Sono felice della posizione che abbiamo in campionato. Vogliamo difendere il titolo”.

Un pensiero su “Guardiola e la guerra in Ucraina: “Innocenti pagano sempre. Premier League? Vogliamo difendere titolo””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: