Gasperini

Torna a parlare Gian Piero Gasperini e lo fa a margine della sfida che la sua Atalanta affronterà domani in Europa League contro i greci dell’Olympiacos. Dopo la vittoria dell’andata, la Dea deve confermarsi per passare il turno di Europa League. Il tecnico è intervenuto in conferenza stampa per affrontare i temi della sfida.

Olympiacos-Atalanta, parla Gasperini

“Domani è una partita importante per l’Europa League ed è decisiva per la qualificazione in questa competizione. Per la natura stessa del dentro fuori, ovviamente, le sfide di campionato e quelle in Europa sono gare diverse. Il campionato è ancora lungo e combattuto con tante chance per tutti”, ha detto Gasperini.

Sulla regola del gol in trasferta abolita: “Tutto cambia, nella partita di domani sera rischiavi con un 1-0 di essere fuori. Trovo molto più giusta questa formula, per superare il turno devi fare almeno una vittoria e un pareggio, se non una vittoria con più gol di scarto. È più difficile ma più giusta“.

Sulla gara: “Quando ti confronti direttamente col tuo avversario ne comprendi davvero il valore. Abbiamo la sensazione che possiamo fare la nostra gara, con grande rispetto con l’Olympiacos, capace di fare gol subito. Possiamo pensare di giocare con le nostre caratteristiche”.

Sul giocare dopo la delusione in campionato: “Penso che tutto sommato sia la medicina migliore, quindi nel ritornare in campo hai la possibilità di fare meglio e toglierci anche le polemiche pesanti che si sono susseguite, non solo domenica”.

Sull’attacco e l’assenza di una punta di ruolo: “Stiamo vivendo un momento di emergenza soprattutto in attacco, lo sappiamo. Non solo Zapata, ora ci sono fuori Muriel, Ilicic e anche Miranchuk che poteva darci una mano. Noi abbiamo perso ultimamente alcune partite, ma siamo stati anche in grado di pareggiare con Inter, Lazio, Juventus. Abbiamo sempre fatto gol, anche ultimamente, qualche volta non ce l’hanno assegnato. Proviamo più soluzioni”.

Ancora sulla gara contro l’Olympiacos: “Mi aspetto una partita diversa rispetto all’andata, ma avremo fiducia e identità”. E sui singoli: “Hanno ottimi giocatori e una varietà di sostituzioni che possono determinare la partita. Quello che ti mette più in difficoltà sono i giocatori offensivi”.

E sul fare le competizioni europee: “Personalmente preferisco fare sempre le coppe. L’Europa League, la Champions ci hanno dato tanto in termini di crescita e di esperienza, di miglioramento e di qualità. Aggiunge comunque molte situazioni diverse, incontri squadre leader nei loro paesi. Ripeto, le coppe le farei sempre”.

In conclusione un passaggio sulla nuova proprietà americana: “Posso dire che quando il presidente e Luca Percassi mi hanno avvisato della situazione che si stava concretizzando è stato un momento di grande emozione”, ha raccontato Gasperini. “Si chiude probabilmente un’era, ma credo che diventerà più forte, come ha detto il presidente. Spero anche di potere ottenere risultati migliori di questi anni”.

Sul mercato degli svincolati soprattutto per l’attacco: “È una valutazione che è stata fatta, probabilmente non c’erano i profili. Sfortuna è che Zapata si è fatto male subito dopo la prima giornata appena chiuso il mercato. Noi non è che avessimo un numero piccolo di attaccanti, è che ne abbiamo quattro fuori”.

CURIOSITA’: IL NUOVO PULLMAN DEL NAPOLI HA UNA DEDICA SPECIALE

Un pensiero su “Atalanta, Gasperini verso l’Olympiacos: “Giusto abolire regola gol in trasferta. Assenze in attacco ma…””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: