Del Piero

La Juventus si gioca l’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Villarreal questa sera e un grande ex bianconero come Alessandro Del Piero ha detto la sua a La Gazzetta dello Sport sui vari temi caldi dell’ambiente torinese. Dal turno in Europa fino ad un’analisi della stagione.

DOVE VEDERE VILLARREAL-JUVENTUS

A tutto Del Piero

Si parte dalla prima di Vlahovic in Champions: “Gli auguro di fare un gol alla Del Piero, a giro sotto il sette, come quella volta a Dortmund. Ma anche una rete fatta in un altro modo va bene lo stesso, dai”, ha detto Del Piero.

Ancora sulla squadra e il livello dei bianconeri: “È una squadra ad alto potenziale, ma con limiti evidenti che vanno superati. Negli ultimi 4 anni il numero di punti fatti in campionato è sempre calato, un motivo ci sarà indipendentemente dagli allenatori. Complessivamente la qualità della squadra, soprattutto a centrocampo, ma prima di gennaio anche in attacco, non è la stessa del grande ciclo vincente. E se non hai quello, devi compensare in altro modo. Con il gioco, ma anche e soprattutto con la mentalità da Juve, che deve essere sempre cattiva e affamata”.

Sul percorso in Champions e sulla gara col Villarreal: “Questa squadra non può mai considerare i quarti come obiettivo massimo, senza dubbio. Se guardiamo al valore assoluto, la Juve negli ottavi è nettamente favorita. Se prendiamo in considerazione la stagione, allora i valori sono molto più livellati. L’errore da non commettere è non essere all’altezza del Villarreal sul piano dell’aggressività e del ritmo. Io sarò allo stadio per Sky Sport e mi aspetto un clima infuocato”.

Sulle potenze europee: “Difficile scegliere, è la bellezza della Champions. Come livello di gioco, oggi il City tocca vette che le altre squadre non raggiungono. Ma come si può non innamorarsi di un gol come quello di Mbappè contro il Real?”, ha concluso Pinturicchio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: