MotoGP Bagnaia

Francesco Bagnaia correrà per il team Ducati per altri due anni. Ad annunciare l’accordo tra il pilota italiano e il team bolognese di MotoGP proprio la Ducati che, attraverso un comunicato sul proprio sito ufficiale e attraverso i profili social, ha dato la bella notizia. L’accordo vedrà proseguire la parternship vincente tra Pecco e la Rossa per le stagioni 2023 e 2024, con l’obiettivo di confermarsi pilota di punta del team di Borgo Panigale e lanciare la sfida a Fabio Quartararo.

Ducati e Bagnaia, l’avventura continua

Questo il comunicato apparso sul sito ufficiale della Ducati Corse:

“Francesco Bagnaia e Ducati Corse hanno raggiunto un accordo che vedrà il pilota italiano in sella alla Desmosedici GP ufficiale del Ducati Lenovo Team per altre due stagioni.

Nato a Torino nel 1997, “Pecco” Bagnaia ha debuttato in MotoGP nel 2019 con la Desmosedici GP del Pramac Racing Team, con la quale ha preso parte anche alla stagione 2020, ottenendo il suo primo podio salendo sul secondo gradino del podio nel GP Lenovo di San Marino e della Riviera di Rimini.

Promosso nella squadra ufficiale Ducati lo scorso anno il pilota torinese, dopo aver conquistato la pole position ed un terzo posto nel GP inaugurale della stagione 2021 in Qatar, ha continuato a mettersi in luce diventando presto uno dei principali protagonisti del campionato. Con 9 podi, 4 vittorie e 6 pole position, Bagnaia ha chiuso il 2021 in seconda posizione, ed è ora impaziente di iniziare il nuovo campionato, che avrà inizio il prossimo 6 marzo sul Losail International Circuit di Doha, in Qatar.

Le parole di Francesco “Pecco” Bagnaia

“Essere un pilota Ducati in MotoGP è sempre stato il mio sogno e sapere di poter continuare nel Ducati Lenovo Team per altre due stagioni mi rende davvero contento e orgoglioso. Nella squadra ufficiale ho trovato un ambiente sereno: mi sento molto in sintonia con la mia squadra e so che insieme potremo fare grandi cose. Ora posso concentrami solamente a fare bene in questo Campionato. Un grazie davvero di cuore a Claudio, Gigi, Paolo e Davide e a tutto lo staff di Ducati Corse. Cercherò di ripagare con i miei risultati in pista la loro fiducia!”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: