Koulibaly

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, è intervenuto ai microfoni di DAZN al termine del big match della 25^ giornata di Serie A contro l’Inter. I partenopei escono dal Diego Armando Maradona con un solo punto, guadagnato dopo una partita complicata dominata per gran parte del primo tempo, ma con una seconda frazione a tinte nerazzurre.

Parla Koulibaly

“Peccato per il pareggio, potevamo fare un po’ di più e nel secondo tempo abbiamo subito troppo. Siamo andati indietro e Dzeko ha fatto un eurogol perché da quella posizione era davvero difficile. Ma potevamo fare un po’ di più. Dobbiamo comunque essere contenti perché un punto contro l’Inter è un punto importante”.

Obiettivi del Napoli e personali

“Scudetto? Certo abbiamo l’obbligo di continuare a crederci. Peccato per il gol perché se non l’avessimo subito avremmo portato i tre punti a casa e sarebbe stato una cosa molto importante per la nostra classifica”.

“Vengo da una settimana un po’ particolare. Lunedì ero in Senegal e oggi sono a Napoli per giocare un big match. I tifosi mi hanno fatto una bella sorpresa e sono davvero contento. Ora tocca a me giocare per la squadra e dare il massimo. Proverò a lavorare fino alla fino per qualcosa di importante”.

“Capitano del futuro? Non penso a questo oggi, Lorenzo è l’immagine e il simbolo del Napoli, non è giusto fare questi ragionamenti. Ora dobbiamo pensare al campionato e ai nostri obiettivi . Il minimo è arrivare nelle prime quattro ma noi vogliamo il “bonus” (lo scudetto ndr)”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: