Inter Farris

Il vice allenatore dell’Inter Massimiliano Farris ha commentato ai microfoni di DAZN la gara disputata contro il Napoli (1-1), nel big match valido per la 25^ giornata di Serie A.

ERIKSEN RACCONTA IL MALORE E QUEI 5 MINUTI “IN UN ALTRO MONDO”

Inter, parla Farris

Queste le parole del vice allenatore nerazzurro: “Si, oggi abbiamo portato a casa un punto importante. Il secondo tempo la dice lunga sulla qualità della nostra squadra. La partita era in salita dopo l’episodio del rigore. È stata una partita difficile da riprendere e siamo riusciti quasi a vincerla. Anche l’ambiente era molto caldo e noi siamo quasi riusciti a spegnere anche l’entusiasmo. Ripeto, siamo una grande squadra, l’episodio del rigore poteva indirizzare il match ma siamo stati bravi”.

Farris ha continuato: “Dobbiamo ricordare che veniamo da una settimana complicata e impegnativa, prima il derby e poi la partita di Coppa Italia. Il Napoli era più “riposato” ma mi sembra che abbiamo finito meglio noi nel secondo tempo”.

“Prestazione di Dumfries? Inizialmente è stato etichettato come un giocatore in difficoltà, per la lingua per la tattica e così via. Lui è un bravissimo ragazzo, si è ambientato bene e ci ha messo del suo per imparare e calarsi nel ruolo”.

“Corsa scudetto? Noi continuiamo nel nostro cammino, ci prendiamo questo buon punto e pensiamo alla Champions. Stasera Avevamo preparato la partita uscendo con un quinto per non abbassarci. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche difficoltà ma nel secondo sia Dumfries che Perisic sono saliti molto e hanno fatto stancare di più i calciatori del Napoli.

“Difficoltà di Lautaro? È un ragazzo giovane, un ’97. Si è guadagnato il ruolo che ha nella squadra. Dovrà ancora crescere e lui lavora con molta determinazione. È uno dei nostri capitani in campo, deve ancora adattarsi a giocare con un grande giocatore come Dzeko. Una delle sue doti migliori è il gol in acrobazia, ora è da un po’ che non fa gol ma fa tantissimo lavoro sporco”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: