Gazidis - Milan

Intervistato dalla CNN in occasione del suo viaggio a Dubai dove ha presenziato e parlato durante Expo2020, l’amministratore delegato del Milan Ivan Gazidis ha avuto modo di affrontare anche diverse tematiche legate al mondo del club rossonero.

ARBITRO SERRA TORNA A DIRIGERE UNA GARA DOPO MILAN-SPEZIA

Milan, Gazidis tra stadio, futuro e Ibrahimovic

“Nuove infrastrutture sostenibili sono le fondamenta per costruire il futuro del calcio. E In Italia questo è un passo che va fatto. Il calcio in Italia era ai vertici del mondo 20, 30 anni fa, ma non è riuscito a costruirsi delle fondamenta per il futuro”, ha spiegato Gazidis. “Deve farlo se vuole avere un domani sostenibile, solido ed emozionante. Il calcio italiano può riuscirci, il potenziale che può sbloccare è incredibile!”.

Sull’accessibilità del mondo del calcio: “È uno sport accessibile a tutti non solo di uomini. Sempre più donne si stanno avvicinando al calcio in tutto il mondo. È uno sport globale, quindi deve evolvere per essere più inclusivo. Il primo passo è avere uno stadio sicuro e inclusivo in cui tutti possano realmente sentirsi parte di un evento. Il tema sui nuovi stadi ha portato il dialogo direttamente sul ruolo sociale del calcio e sui temi di inclusione e diversity su cui il Milan è da sempre in prima fila”.

E a proposito di Milan non poteva mancanre un pensiero su uno dei giocatori più rappresentativi, Zlatan Ibrahimovic: “Zlatan è consapevole che ogni anno che passa ha bisogno di adattare il suo fisico e fare evolvere il suo gioco per continuare a essere importante e performante allo stesso livello. Il suo ritiro? Quando lo deciderà, spero possa giocare la sua ultima partita qui al Milan. Abbiamo una storia speciale con Zlatan. Ha davvero restituito qualcosa a tutti, alla squadra e, in modo particolare, a tutti i giovani talenti che stanno crescendo in questo Club”.

2 pensiero su “Milan, Gazidis: “Con Ibrahimovic storia speciale ma ogni anno che passa…””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: