Abraham - Roma

Qualche rumors di troppo su tensioni più o meno veritiere in casa Roma nelle ultime ore, eppure Tammy Abraham non sembra essere poi così scontento di sé e dell’ambiente giallorosso. Anzi. L’attaccante inglese ha parlato a Pro Direct Soccer, su Youtube, all’interno del formato Pavement to pitch, toccando diversi argomenti.

A tutto Abraham

Sulla città: “Ad abituarsi ci si mette un po’, ma dopo trovi casa, ti sistemi e inizi a esplorare, a conoscere i ristoranti… Ora sto bene a Roma, a volte casa ti manca ma sono qui per un motivo. Per fare il mio lavoro. Sapevo che prima o poi sarebbe arrivato il momento di lasciare il Chelsea, dove sono arrivato a 6 anni, il momento di vivere nuove realtà. Quando a maggio abbiamo vinto la Champions è stata una gioia incredibile”.

Il racconto di Abraham prosegue poi sulla famiglia: “Quello che mi ha aiutato a dare sempre il massimo è stata la mia famiglia. Mio padre ha fatto sempre molto per noi e io volevo ripagarlo dandogli una vita migliore. La mia vita non è stata sempre facile. I miei hanno lavorato sempre molto, i sacrifici sono stati tanti in famiglia. Ecco perché mi sono detto da subito: ‘voglio farcela’”.

Ancora sull’ambiente giallorosso tra casa e lavoro: “Dopo l’allenamento mi piace rilassarmi a casa oppure fare una passeggiata in città per conoscerla. Con i miei compagni ho un bel rapporto, ma hanno pessimi gusti musicali, tranne i brasiliani e Pellegrini. Se non c’è lui a scegliere musica è dura… L’italiano? Riesco a comunicare, lo sto imparando. Quando sono sceso in campo qui per la prima volta ero teso. Ora invece giocare è divertente: Roma è un bel posto per lavorare, sono tutti tranquilli e tutti vogliono sempre vincere“.

Un pensiero su “Abraham: “A Roma sto bene e tutti vogliamo vincere””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: