Juventus Allegri

Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, è intervenuto in conferenza stampa per presentare la gara di campionato di domani contro il Verona, valida per la 24^ giornata di Serie A.

BENTANCUR: RETROSCENA SUL CONTRATTO COL TOTTENHAM

Juventus-Verona, parla Allegri

“Come camba la Juventus con Vlahovic e Zakaria e se giocano domani? La società ha fatto ottimo lavoro e ottimo mercato. Loro due sono giocatori importanti. Vlahovic ha fatto tanti gol e ha caratteristiche che non avevamo. Brava la società. Lui, come centravanti, con Haaland e Mbappé è tra i più bravi. Zakaria è molto bravo tecnicamente. Buon passaggio. Si sono inseriti bene. Vediamo domani se li farò giocare. Questi innesti – e nel frattempo ringrazio Bentancur e Kulusevski – responsabilizzano tutto l’ambiente. Il nostro obiettivo è rientrare nei primi quattro posti. Siamo alla parte decisiva della stagione. Non ci sarà più possibilità di recuperare. Abbiamo, fino al 20 marzo, appuntamenti dove si decide molto”.

“Vlahovic, Morata e Dybala insieme? Possono giocare, come non possono giocare. Se lo faranno, devono correre altrimenti la squadra non può sostenerlo. Il vantaggio è chiaramente avere maggiore qualità davanti, senza perdere però l’equilibrio”, ha commentato Allegri. “Le responsabilità dell’attacco ora sono divise in modo equo. Non solo di Vlahovic. Di tutto l’attacco e di tutta la squadra”.

“Il rischio più grande di domani è che giochiamo contro un Verona che con Tudor sta facendo un grande campionato e lavoro. L’arrivo di Vlahovic e Zakaria ha creato un entusiasmo importante che va bene, ma si rischia di fare una gara fuori giri. Dobbiamo intrepretare la gara di domani allo stesso modo”.

“Zakaria l’ho visto in settimana sia come interno che davanti alla difesa. Domani è una gara particolare. McKennie sarà a disposizione, Cuadrado idem. Vediamo. Bonucci non ci sarà. Alex Sandro è negativo e da lunedì sarà a disposizione. Zakaria può giocare a due e ha un buon passaggio”.

“Avevo detto che la rosa sarebbe rimasta questa? Ripeto, è stata brava la società che ha anticipato i tempi. Ha fatto un regalo a me e ai tifosi. La Juventus gioca sempre per vincere e migliorare. Lavora per il futuro. Questi due arrivi hanno anticipato i tempi”.

“Vlahovic? Ho avuto un’impressione di un bravo ragazzo, semplice e con voglia di migliorare. Per lui è un grande salto, con grande rispetto per la Fiorentina. Ci sono pressioni diverse ovviamente. Per l’età che ha è già molto avanti”.

“Domani non c’è Locatelli e gioca Arthur e sono molto contento sia restato con noi”.

“Gli obiettivi bisognava raggiungerli lo stesso indipendentemente dal mercato. Se gli altri poi sono più bravi gli stringeremo la mano. Noi siamo partiti ad inizio d’anno con gli obiettivi precisi”.

“Ramsey? Aveva iniziato bene e poi per varie ragioni non è riuscito a confermarsi. Gatti? E’ il miglior difensore della Serie B e sarà di grande aiuto per il futuro”.

“De Sciglio a sinistra e Danilo a destra? Possibile (ride ndr). Alex Sandro non c’è e Cuadrado è tornato tardi quindi…”.

“Una sfumatura che mi ha impressionato di Vlahovic? La voglia di dimostrare e migliorare. Ha voglia di lavorare tutto il giorno. Per raggiungere risultati c’è solo una strada: lavorare tutti i giorni. Vale per lui e per tutti”.

“Idea Zaniolo per giugno? Già pensate a giugno dai. Manco è finito questo mercato dai. Concentriamoci su di noi adesso”.

2 pensiero su “Juventus, Allegri: “Obiettivo entrare nelle prime quattro. Vlahovic come Haaland e Mbappé””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: