Blanco (credit Twitter Feralpisalò)

Riccardo Fabbriconi o se preferite solamente Blanco. L’artista arrivato a Sanremo con la sua musica e il suo stile nasconde, però, un passato ben lontano dalle note e dai palchi. Infatti, tempo fa, quando era appena un bambino, il sogno nel cassetto sembrava essere quello di diventare calciatore.

Il giovane vanta, infatti, un passato nel settore giovanile della Feralpisalò, e successivamente un passaggio alla Vighenzi Padenghe con cui ha giocato fino agli allievri, prima di lasciare il calcio per dedicarsi alla musica.

Blanco a Sanremo: parla il suo ex allenatore

A parlare del passato da giocatore di Blanco, o se preferite di Fabbro – così lo chiamavano in squadra , è stato il suo ex allenatore alla Vighenzi Padenghe Vittorio Sandrini intervistato dal Corriere della Sera nell’edizione di Brescia: “Chiese un incontro a me, che ero il suo mister da un paio di anni, e al responsabile del settore giovanile, Alberto Locatelli. Ci disse che si era sempre trovato molto bene, che gli sarebbe dispiaciuto lasciarci, ma che aveva scelto la musica. Non ci credemmo fino in fondo, quando ce lo confidò. Sapevamo che cantava, alcune tracce si potevano trovare sul suo canale YouTube, di ritorno dalle trasferte in pullman i ragazzi intonavano spesso ‘Notti in bianco’. Ma non avevamo compreso quanto per lui la cosa fosse seria, tanto che insistemmo perché provasse a fare entrambe le cose. Inizialmente accettò, poi ci pensò la pandemia a rendere definitiva la sua decisione”.

E così nel 2020 l’exploit nella musica e adesso, nel febbraio 2022 il palco del Festival di Sanremo…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: