Gazidis - Milan

In merito al nuovo stadio di Milano, l’amministratore delegato del Milan Ivan Gazidis ha voluto dire la sua nel corso dell’EXPO di Dubai. Parere chiaro sulla necessità del nuovo impianto che possa far parlare di calcio ma anche di tutto il resto…

Gazidis e il nuovo stadio

“Dobbiamo necessariamente costruire uno stadio nuovo. I nuovi stadi sono accessibili a tutti. La trasformazione negli stadi della Premier League ha cambiato radicalmente il calcio inglese, diventando una sorta di Super League. Il calcio italiano è sceso perché non ha investito nelle infrastrutture. Costruire un nuovo stadio verde e sostenibile a Milano è straordinario ed è fondamentale per tornare al top: sia sul campo che fuori. Abbiamo impiegato tre anni per progettare lo stadio. E finalmente abbiamo ottenuto l’approvazione. Sarà totalmente privato”. E ancora: “Il progetto vede lo sviluppo e l’ammodernamento della zona adiacente. San Siro è unico, ma ormai purtroppo è vecchio e di cemento. Il nuovo stadio sarà accessibile 365 giorni l’anno, non solo in quello della partita: non stiamo parlando solo di calcio, non si tratta solo di quello”.

Sull’importanza dell’obiettivo Champions: “Entrare in Champions League o non entrarci è uno scoglio importante per i club. È importante per noi come può esserlo per altri la differenza fra una promozione o una retrocessione”, ha concluso Gazidis.

Un pensiero su “Milan, Gazidis: “Per tornare al top serve lo stadio nuovo. San Siro unico ma vecchio””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: