Florenzi

Intervista a 360° a DAZN per Alessandro Florenzi, esterno della Nazionale e del Milan. Il calciatore ha parlato del cambio di maglia dalla Roma ai rossoneri ma anche dell’Europeo vinto con l’Italia.

Florenzi si racconta

Sul passaggio dalla Roma al Milan: “Il momento in cui ho capito che le nostre strade si stavano separando è quando mi hanno detto che non servivano più gli eroi per i tifosi della Roma. Davanti a me c’è stata la successione degli addii di De Rossi e Totti e ho capito che era il mio turno. L’ho fatto cercando di dare meno problemi possibili e comportandomi da professionista esemplare. L’ho accettato e sono andato avanti. L’esperienza all’estero mi ha aiutato perchè non ho mai affrontato la Roma, ora incontrarla in campionato è stata un po’ difficile. Non avrei mai esultato al gol”.

Poi sull’Europeo, un curioso retroscena: “Avevo Leo o Giorgio vicino ai calci di rigore, sarei stato il sesto rigorista e dopo l’errore di Jorginho sarei andato io. Leo mi ha guardato e gli dissi ’sì lo devo tirare io ma tanto Gigio ora glielo para’. Ce ne siamo accorti tutti tranne lui, preso non so da cosa ma è stato un bellissimo Europeo. Il nostro gruppo sarà difficile da ascoltare”, ha detto Florenzi.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: