Inter Inzaghi

Anticipo di campionato in casa Inter con mister Simone Inzaghi che ha commentato ai microfoni di DAZN il match della 23^ giornata vinto contro il Venezia per 2-1. Decisive le reti di Barella e di Dzeko allo scadere.

FIOCCO ROSA IN CASA BASTONI

Inter, parla Inzaghi verso il Venezia

La squadra ci ha creduto fino alla fine. Sono stati bravissimi i ragazzi considerando i 120 minuti di Supercoppa e dell’Empoli e la gara di Bergamo. E anche il campo di San Siro che sta diventando un problema. Bisogna porre rimedio. Non è una scusante ma obiettivamente è un 20 giorni che non si riesce a giocare”, ha detto Inzaghi.

“I movimenti di Lautaro e Dzeko? A livello di caratteristiche abbiamo giocatori che gli piace tanto di venire a giocare ma questa sera in particolare lo faceva Edin. Penso che Lauti abbia fatto bene per 70 minuti. E credo che i cinque cambi che ho fatto siano stati fondamentali e determinanti perché c’era bisogno di forza e spinta”.

Segnali alle rivali? Ne abbiamo vinto 9 e pareggiata 1 nelle ultime dieci. Sappiamo che ogni settimana tutte le squadre sono difficili da affrontere. Ci godiamo questo successo e qualche giorno di riposo. Da mercoledì riniziamo a lavorare con fiducia”.

“Solo due gol presi nelle ultime nove gare e poi qualcuno di troppo a difesa schierata tra Coppa Italia e oggi? Potevamo fare meglio. Abbiamo fatto delle pressioni isolate. Bisognava fare meglio anche nell’occasione del gol di Henry. Nonostante tutti abbiamo poi fatto gol con Barella e poi Dzeko e bravi i ragazzi”.

“Le sfide dopo la sosta si possono pianificare in questa breve sosta? Cercheremo di lavorare nel migliore dei modi perché ci aspettano tante gare. Le quattro gare che andremo a fare saranno importanti. Senza dimenticare che abbiamo avuto Lazio, Juventus e Atalanta e giocando 120 minuti due volte senza riposo (2 giorni scarsi)”.

2 pensiero su “Inter, Inzaghi: “Vittoria? Bravi i ragazzi a crederci. Col terreno di San Siro così non si riesce a giocare””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: