Giroud

Reduce da una clamorosa sconfitta contro lo Spezia, frutto anche dell’ormai noto errore dell’arbitro Serra, il Milan è pronto a ripartire e lo farà dal big match della 23^ giornata di Serie A contro la Juventus. Di questa gara e del proseguimento della stagione ha parlato Olivier Giroud al Corriere dello Sport.

LA CRESCITA DI THEO HERNANDEZ GRAZIE A PIOLI

Giroud: Spezia, Juventus e scudetto

Sulla gara contro lo Spezia e l’errore dell’arbitro Serra: “Spezia? Dopo la sconfitta di lunedì abbiamo ripreso a guardare avanti. Contro la Juventus sarà una grande partita e abbiamo bisogno di una prestazione migliore rispetto a quella con lo Spezia. Lo sappiamo. Ci serve una prova eccezionale per batterla”, ha detto Giroud. “L’arbitro Serra? Ha subito capito di aver sbagliato: ha chiesto scusa e gli si leggeva in faccia che era dispiaciuto. Purtroppo si è trattato di una situazione di gioco che è accaduta e sulla quale non possiamo fare niente. Dovevamo vincere e invece abbiamo perso”. “Questa frustrazione che ci è rimasta dentro per fare bene contro la Juventus”. “Contro di loro voglio rivedere il solito Milan generoso, determinato e pronto a riscattarsi subito. D’accordo siamo caduti male, ma siamo pronti a combattere, come si dice, con il coltello tra i denti“.

A proposito di Juventus: “Ammetto che mi aspettavo di vederli in corsa per lo scudetto perché la Juve è sempre la Juventus. Al di là della classifica e della partenza negli ultimi giorni di Cristiano Ronaldo, il loro miglior giocatore, hanno comunque un organico fatto di elementi importanti come per esempio Dybala, il loro playmaker offensivo, un elemento chiave e un campione. Forse hanno pagato i tanti infortuni, ma a livello di qualità e quantità sono tra i migliori d’Italia. Ecco perché non mi fido della Juventus: è in un buon momento e dovremo affrontarla nel giusto modo”.

Un passaggio anche sulla lotta scudetto: “Nello spogliatoio siamo uniti e determinati, ma ci sentiamo anche un po’… spalle al muro perché abbiamo bisogno di fare una grande partita con la Juve per non perdere terreno rispetto all’Inter. (…) Dopo aver perso lunedì in casa, non abbiamo più jolly, ma non sono preoccupato perché conosco il valore del nostro gruppo. Sono convinto che resteremo vicini all’Inter e in corsa per lo scudetto fino alla fine”.

Infine un retroscena: “Io vicino alla Juventus? Devo dire che è successo nell’estate 2020, con Pirlo allenatore, ma ho preferito restare al Chelsea dove volevo giocarmi le mie chance. Visto come si è conclusa la stagione (vittoria della Champions League, ndr), ho preso la decisione”.

2 pensiero su “Giroud carica il Milan: “Contro la Juventus col coltello tra i denti. Su arbitro Serra e scudetto…””

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: