Abraham - Roma

Nel giovedì di Coppa Italia, la Roma di José Mourinho ha battuto il Lecce per 3-1 guadagnando il pass per i quarti di finale e la possibilità di affrontare l’Inter. All’Olimpico è andata in scena una partita complicata che i giallorossi, dopo un primo tempo decisamente sottotono e in svantaggio di una rete, sono riusciti a ribaltare. Decisivo l’ingresso in campo di Zaniolo e le reti di Kumbulla, Shomurodov e Abraham. Proprio quest’ultimo ha parlato ai microfoni di Sky nel post partita, analizzando la prestazione della sua squadra e dichiarando i suoi obiettivi futuri.

Abraham dopo Roma-Lecce

Sul match di Coppa Italia l’attaccante inglese ha detto: “Abbiamo sbagliato l’approccio, siamo entrati male in partita e il Lecce è una buona squadra. Il mister ci aveva avvisato – ha continuato Abraham -, fortunatamente l’ingresso di Zaniolo, Miki e Vina hanno cambiato la partita e spaccato in due il match”.

“Obiettivi personali? Fare tanti gol, fin qui sono 15 ma non mi voglio fermare. Cerco sempre di aiutare la squadra e quando riesco a farlo sono felice”.

Proprio l’ingresso in campo di Nicolò Zaniolo ha cambiato il match come sottolineato dallo stesso Abraham che sul compagno di reparto ha dichiarato: “Con lui è più facile giocare, ci capiamo alla perfezione e poi mi facilita il compito perché distrae la difesa avversario e lavora tanto. Posso giocare in diversi ruoli ma con lui è tutto più facile perché si aprono più spazi”.

Infine il numero 9 giallorosso ha rivelato un curioso retroscena sul suo arrivo nella Capitale: “Come ha fatto Mourinho a convincermi? La prima cosa che mi ha detto è stata: preferisci stare lì con la pioggia, o venire qui dove c’è il sole?“.

MOURINHO E LA CHIAMATA PER CONVINCERE ABRAHAM

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: