Arrivabene-Dybala - esultanza della Joya

La Juventus chiude la pratica Sampdoria e si qualifica ai quarti di finale di Coppa Italia. Nella serata di ieri, con Allegri squalificato e in tribuna, la squadra guidata da Marco Landucci si è sbarazzata dei blucerchiati con un netto 4 a 1. Ma se il campo ha visto un’ottima prestazione di tutti i bianconeri, gli occhi e l’attenzione dei media sono stati catturati ancora una volta dalle questioni extracalcistiche. Infatti a far discutere è stato l’amministratore delegato della Vecchia Signora Maurizio Arrivabene che, nel pre partita, ha rilasciato un’altra intervista destinata ad aggiungersi agli ormai noti botta e risposta con Dybala.

Arrivabene-Dybala, la polemica continua

Proprio Maurizio Arrivabene è tornato sull’episodio della mancata esultanza della Joya nella sfida contro l’Udinese. Un gesto che è sembrato di reazione per le questioni rinnovo. Queste le parole che il dirigente bianconero ha rilasciato a Mediaset prima di Juventus-Sampdoria: “Il gesto di Dybala dopo il gol di Udine? Sinceramente non l’ho nemmeno visto, me l’hanno raccontato dopo. Io stavo esultando per la grande azione condotta da Arthur, per l’assist di Kean e poi per il suo gol. Non commento le reazioni dei calciatori”.

Sulla questione rinnovo l’ex team principal Ferrari ha chiuso l’intervista con l’ennesima punzecchiatura: “Io anche nelle scorse interviste sono andato al sodo. Come ho già detto ne riparleremo a febbraio. Ma per onestà devo ricordare che non c’è solo Dybala in scadenza ma anche giocatori come Cuadrado, Perin, De Sciglio e Bernardeschi che è un campione d’Europa. Quindi è giusto parlare di tutti, compreso Dybala”. Come a voler dire che lui non è diverso dagli altri.

La risposta della Joya

L’attaccante argentino, che non ha avuto modo di sentire queste parole, ha comunque voluto rispondere a modo suo. Dybala, subentrato al 62′ minuto, ha fornito una prestazione da vero leader, firmando una rete (con esultanza) ad appena 5 minuti dal suo ingresso in campo e rendendosi protagonista di un bel gesto cedendo un rigore all’amico Morata. Tra l’altro, come riportato da Opta, Dybala è l’unico calciatore della Juventus ad aver preso parte ad almeno 15 reti in questa stagione, numeri da vero numero 10.

Nel bel mezzo della polemica, il pubblico juventino si è apertamente schierato con la Joya intonando prima il coro ‘Dybala resta a Torino‘ e poi infervorandosi ancora di più dopo il gol. Dal canto suo il numero 10 ha risposto ringraziando e caricando ancora di più il popolo bianconero, come a voler dimostrare la sua intenzione di voler rimanere a Torino.

Un pensiero su “Arrivabene-Dybala: botta e risposta tra campo e mercato”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: