Marco Melandri

Marco Melandri, ex pilota MotoGP e Superbike, ha rilasciato un’intervista shock al magazine online Men On Wheels. L’ex motociclista tra le altre cose ha rivelato di essersi preso il Covid intenzionalmente e ha parlato della sua battaglia contro il Green pass e l’obbligo vaccinale, definendo entrambi i provvedimenti del governo anticostituzionali.

Le parole di Melandri

“Ho preso il virus perché ho cercato di prenderlo e, al contrario di molti vaccinati, per contagiarmi ho fatto una fatica tremenda – ha dichiarato Melandri -. Ho fatto questa scelta per potere essere “in regola” per qualche mese e non è stato nemmeno facile. Non considero il vaccino un’alternativa valida e quindi, per poter lavorare, avevo la necessità di contagiarmi”.

L’ex pilota ha anche raccontato la sua battaglia contro il green pass e le restrizioni del governo: “Sono stato bene fin dall’inizio, sono sempre rimasto asintomatico. Ora mi sono negativizzato da un po’ di tempo, ma chi non ha il green pass deve comunque rimanere isolato per dieci giorni.

“Mi sono accorto di essere positivo dopo la chiamata di un ragazzo che contagiato che è stato a contatto con me. Se non me l’avesse dettonon me ne sarei nemmeno accorto”.

E ancora: “La mia scelta? Conosco molte persone con due dosi che provano a infettarsi per evitare la terza. Comunque per me il green pass era e rimane un ricatto. Lo userò solo per lavoro e se devo accompagnare mia figlia. Sono disposto a utilizzarlo solo per lo stretto necessario”.

“Io un novax? Una persona può avere svariati motivi per non volersi vaccinare, anche perché fino a prova contraria questo resta un vaccino sperimentale e con un meccanismo diverso rispetto a tutti i vaccini del passato. Quindi uno ha tutto il diritto di avere dei dubbi. Io non ho niente contro i vaccinati, come chiaramente non ho nulla contro i non vaccinati. Io sono contro le violazioni della libertà”.

LE CONDIZIONI DI MARC MARQUEZ

Rispondi