Lautaro Martinez

La “distinta” della discordia. E così, Bologna-Inter non disputata potrebbe trasformarsi, invece, in uno 0-3 a tavolino in favore dei nerazzurri. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, infatti, gli emiliani, bloccati dall’Asl, hanno comunque presentato il documento ufficiale che è stato visto dall’arbitro. Un fatto che potrebbe portare il Giudice Sportivo a prendere la decisione della sconfitta per i padroni di casa, di fatto non assenti al match.

Bologna-Inter, vittoria a tavolino per i nerazzurri

Secondo quanto si apprende, tutto sarebbe colpa della distinta del Bologna, documento che ormai da diverso tempo i club compilano on-line su un’area extranet della Lega, che era stata caricata dai dirigenti rossoblù la sera prima. Una specie di bozza che sarebbe poi stata rivista il giorno seguente prima della gara, in caso della disputa del match. Con lo stop successivo alla consegna della distanta imposto dalla Asl era chiaro che la gara non si sarebbe poi giocata. Peccato che il Bologna si sia “dimenticato” di eliminare il documento ufficiale che alla fine è stato visto sia dall’arbitro che dall’Inter. Proprio Ayroldi, il direttore di gara designato per il match, ha chiesto conto al Bologna del documento.

Per il club rossoblù – presente allo stadio con l’a.d. Claudio Fenucci, il caposcouting Marco Di Vaio e il segretario Luca Befani – il documento caricato on line era solo come una “bozza”. Si tratta chiaramente di un vizio di forma che, però, se il Giudice Sportivo lo considerasse come documento ufficiale e valido (come per altro pare essere), potrebbe portare appunto allo 0-3 a tavolino in favore dell’Inter in quanto il Bologna, alla fine dei conti, non era presente per la partita.

Rispondi