Allegri Juventus

Vigilia importantissima di campionato per la Juventus di Massimiliano Allegri che domani, alle 18, sfiderà l’Atalanta nell’anticipo del sabato di Serie A per la 14^ giornata. Il tecnico bianconero ha presentato il match nel consueto appuntamento con la stampa.

Juventus-Atalanta, parla Allegri

“Che partita mi aspetto? Domani sarà una gara tra due formazioni che lottano per il quarto posto. Bisogna fare i complimenti all’Atalanta per i risultati che stanno ottenendo in questi anni. Hanno la possibilità di passare in Champions e anche il Milan. Speriamo passino tutte e quattro”, ha esordito Allegri. “Sulla gara dico che è difficile. Loro sono fisici. Bisognerà giocare bene tecnicamente. Sarà una bella partita”.

“Come stanno i giocatori dopo la sconfitta di Londra e se hanno capito che non si può più sbagliare? La partita che dovevamo vincere l’abbiamo vinta a Torino (quella del’andata contro il Chelsea ndr). Dopo il loro secondo gol ci siamo sciolti e non doveva accadere la brutta figura. Diciamo che l’obiettivo di andare agli ottavi lo abbiamo raggiunto e ora dobbiamo pensare al campionato”.

“La gara di domani non è decisiva. Molto importante ma non decisiva. Le prossime sei saranno molto importanti in campionato”. “L’Atalanta è una squadra che segna tanto ma concede anche qualcosa quindi dobbiamo essere bravi. Sia in fase offensiva che difensiva”.

“Chiellini e Bernardeschi hanno lavorato con la squadra. De Sciglio spero torni martedì. Ramsey non ci sarà”. “Dybala? In buona condizione e credo partirà dall’inizio”.

Ancora su Ramsey: “Ha questo problema al flessore che ha rimediato al rientro dalla Nazionale, non è disponibile”.

“Cosa non funziona? Il problema è che non abbiamo fatto risultati con le piccole. Domani sarà di grande livello contro una squadra importante, poi ci stanno le ultime cinque che sono state il nostro tallone d’Achille”, ha detto in riferimento alle gare da qui alla sosta di Natale.

In conclusione: “Questa squadra ha ottima qualità ma va fatto un percorro di crescita generale per migliorare rendimento e risultati in tutte le competizioni. In questo momento la cosa più negativa è che siamo in ritardo di punti in campionato, ma quetso non possiamo cambiarlo. Dobbiamo solo pensare a fare e lavorare”.

Un pensiero su “Juventus, Allegri: “Atalanta concede qualcosa. Non sarà decisiva. Dybala dall’inizio””

Rispondi