Mihajlovic

Terza dose per Sinisa Mihajlovic e appello a tutta la popolazione italiana e non affinché le persone si possano vaccinare. L’allenatore del Bologna si è presentato questa mattina poco prima delle 8 all’ospedale Bellaria per fare il richiamo del vaccino anti-Covid. Il tecnico, considerato un paziente fragile dopo il trapianto di midollo fatto due anni fa per lottare contro la leucemia, ha voluto rilasciare alcune parole riportate dall’Ansa.

“Penso sia fondamentale vaccinarsi, comunque ti salva la vita. Io sono stato anche trapiantato, ho avuto pure il Covid e sto bene. Quindi se lo faccio io…”, ha detto Mihajlovic. “Ognuno purtroppo dentro il suo nucleo familiare ha persone che conosce, esempi non positivi, non vaccinati. L’altro ieri in Serbia è morto un mio amico, 56 anni. Non si è voluto vaccinare, è andato in ospedale ed è morto. Quando è scoppiata questa pandemia e si parlava del vaccino non vedevamo l’ora di riuscire a farlo. Ora che c’è è davvero stupido non vaccinarsi, non riesco a capire: vaccinatevi, salvate la vita a voi e agli altri. Se vivi in una comunità e non ti vuoi far vaccinare, non è una cosa che riguarda solo te. Se non vaccinandoti danneggi anche gli altri, è una cosa egoista”.

Un pensiero su “Mihajlovic, appello dopo terza dose vaccino: “Ti salva la vita. Un mio amico è morto…””

Rispondi