Arthur

Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport che cita le anticipazioni di Repubblica, alcuni club di Serie A sarebbero finiti sotto la lente d’ingrandimento della Covisoc (Commissione di vigilanza sulle società di calcio) per delle plusvalenze sospette nei bilanci degli ultimi due anni. L’ente di controllo avrebbe mandato una relazione al procuratore della Figc Giuseppe Chinè e per conoscenza al presidente Gravina, per sollecitare un’approfondita indagine sulla natura di 62 operazioni di mercato e di due anni di plusvalenze.

Plusvalenze e scambi sospetti: Juventus e Napoli nel mirino della Covisoc

Dopo un’attenta analisi dei bilanci, la Covisoc avrebbe individuato nelle plusvalenze un peso significativo sui bilanci delle società di A. Molte di queste relative allo scambio di calciatori valutati cifre esagerate senza una reale ragione sportiva.

Tra i club maggiormente coinvolti c’è la Juventus cone ben 42 trasferimenti interessati. Nel caso specifico, 21 calciatori sarebbero stati scambiati per la cifra di 90 milioni. Operazioni che però hanno fatto circolare realmente poco più di 3 milioni, producendo plusvalenze al bilancio della Vecchia Signora per oltre 40 milioni. Tra le trattative finite nel mirino anche gli affari di big come Pjanic-Arthur col Barcellona e Cancelo-Danilo col Manchester City.

Un’altra trattativa che sollevato parecchi sospetti è quella che ha portato 4 giocatori al Lilla in cambio di Victor Osimhen (Napoli): tre di loro sono già tornati in Italia (due in serie D, uno in serie C) e uno non è mai sceso in campo.

Un pensiero su “Plusvalenze e scambi sospetti: Juventus e Napoli nel mirino della Covisoc”

Rispondi