Chiellini

Il capitano della Juventus Giorgio Chiellini ha parlato dell’addio di Cristiano Ronaldo nel corso di una intervista rilasciata a DAZN e per la precisione con l’appuntamento Linea Diletta con Diletta Leotta. Questa una prima parte delle sue parole pubblicata anche via social.

CR7 – “Che in estate potesse andare via l’avevo percepito, eravamo arrivati a un punto del rapporto in cui Cristiano aveva bisogno di nuovi stimoli e la squadra che giocasse per lui”, ha detto Chiellini. “Quando trova una squadra del genere è sempre decisivo, l’ha sempre dimostrato, anche alla Juve. Alla Juve è in atto un programma di ringiovanimento, chiaro che se fosse rimasto sarebbe stato un valore aggiunto e l’avremmo sfruttato volentieri, però poteva anche starci che decidesse lui di ripartire da una squadra che pensasse più al presente e un po’ meno al futuro”.

TEMPISTICHE – Nulla da recriminare per l’operazione addio CR7 ma un po’ di più sulle tempistiche: “E’ andato via il 28 agosto, sicuramente per noi sarebbe stato meglio fosse andato via prima per prepararci… E’ un qualcosa che abbiamo pagato”. “Se è stato difficile da metabolizzare? No, però uno shock te lo crea e lo abbiamo pagato in termini di punti nelle prime partite. Fosse andato via il 1° agosto avremmo avuto tempo per organizzarci e non si sarebbe pensato solo a quello, saremmo arrivati al campionato più pronti”, ha concluso Chiellini.

Rispondi