Zappacosta

Non basta una grande Atalanta, soprattutto nel primo tempo, per battere il Manchester United all’Old Trafford. 3-2 il risultato finale e tanto dispiacere. La conferma arriva dalle parole di Davide Zappacosta, difensore esterno della Dea, che ha parlato al termine della sfida ai media ufficiali della squadra e ai giornalisti. 

Atalanta, parla Zappacosta

“C’è tanto dispiacere, rammarico, rabbia. Noi siamo partiti molto bene, sentiamo un po’ di aver buttato via una partita. C’è tanta delusione perché era la prima volta per l’Atalanta in uno stadio così. Ci tenevamo a fare bella figura, portare a casa”, ha detto Zappacosta.

Sulla gara: “Loro hanno alzato i ritmi, noi ci siamo abbassati un po’. Nelle sostituzioni ci hanno messo in difficoltà, hanno messo dentro tanti giocatori e ci siamo trovati a fronteggiare Cavani, Pogba, Greenwood, Ronaldo. Quando poi in questi campi si creano queste atmosfere e queste situazioni non è semplice, noi dobbiamo migliorare”.

In vista del ritorno: “Se teniamo alti i ritmi ce la giochiamo, come abbiamo visto nel primo tempo e a sprazzi nel secondo. Devi tenere alta la concentrazione per novanta minuti, bastano 5-10 minuti per cambiare la partita”.

Grande rammarico anche per gli infortuini: “Sicuramente le assenze pesano, in tutte le squadre. Anche qui, non dobbiamo cercare alibi, ci sono tanti ragazzi che si allenano, che danno il 100%, che meritano di giocare queste partite e di stare in questa squadra. Naturalmente dispiace, parlo di Demiral che stava facendo una grande partite. Speriamo di recuperare tutti il prima possibile. Sono convinto che il momento girerà, serve anche un pizzico di fortuna e questa, ripeto, viene e va. Speriamo sia dalla nostra il prima possibile”.

Rispondi