Koulibaly

Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara di Europa League contro il Legia Varsavia, Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli, ha avuto modo di affrontare diversi temi compreso il recente caso di razzismo subito da lui, Anguissa e Osimhen a Firenze.

“Ho superato quell’amarezza perché ho compagni e staff fantastici. Ho ricevuto tantissimi messaggi, mi ha fatto tanto piacere. Mi dispiace quello che è successo a quel ragazzo, non ci ho dormito per due notti e ho anche pensato avessi sbagliato io”, ha ammesso Koulibaly. “Mi hanno chiamato da Firenze e per me sarebbe un piacere incontrarlo per capire cosa sia successo nella sua testa. Continuo nella mia lotta contro il razzismo, siamo nella direzione giusta”.

Sulla gara di domani: “Dobbiamo essere pazienti perché il Legia si chiude e riparte. Una squadra molto esperta. Se sono al primo posto del girone è perché lo meritano. Hanno segnato all’ultimo contro lo Spartak ma nei novanta minuti hanno fatto la loro partita. Dovremo essere attenti a non dargli spazio. Poi dovremo essere pazienti e con la solidità difensiva potremo vincere. Domani è una gara assolutamente da vincere”.

Un pensiero su “Koulibaly e il razzismo subito a Firenze: “Non ho dormito 2 notti. Vorrei incontrare il ragazzo””

Rispondi