Mauro Tassotti

Mauro Tassotti, ex difensore rossonero e attuale vice allenatore del Ravenna, ha parlato della sfida di Champions League PortoMilan e degli ostacoli che attendono la squadra di Stefano Pioli in Portogallo. Di seguito le sue parole rilasciate a La Gazzetta dello Sport.

Tassotti su Porto-Milan

L’ex vicecapitano del Diavolo ha parlato così della difficile partita di Champions valida per il Gruppo B: “Stasera sarà una partita molto importante, non l’ultimissima spiaggia ma quasi. Il Milan deve uscire dalle partite contro il Porto con 4 o 6 punti e sono sicuro che la squadra possa farlo – ha detto Tassotti -. Ovviamente la situazione è delicata, ma lo era già da quando sono stati inseriti in quarta fascia. La squadra di Pioli è in grado di vincerle tutte e credo che sia per qualità che per carattere sia molto meglio di alcune squadre in seconda fascia.

L’ex vice di Ancelotti e Allegri ha continuato: “Mi aspetto un Milan aggressivo e veloce, pronto a dominare la partita. Non credo che Pioli cambierà filosofia. Il Porto è comunque difficile da affrontare, ha buona tecnica e palleggio e ha già giocato partite di questo tipo”.

“Assenze? Credo che possano pesare, soprattutto quella di Theo (Hernandez ndr). In partite di questo tipo si possono trovare molti spazi e lui è devastante in campo aperto, avrebbe potuto rompere gli equilibri. Maignan è un ottimo portiere ma penso che Tatarusanu possa cavarsela, non mi aspetto che venga impegnato troppo. Sarà un Milan lontano dalla sua area, propositivo. Non c’è Theo, però Leao è un altro che può strappare e aprire la partita e risultare decisivo“. 

LE PAROLE DI PIOLI NELLA CONFERENZA STAMPA DI VIGILIA

Rispondi